TUTTO JUVE

Tutto Juve

Palazzo Dogana





banner sergio

BATTIPAGLIA,UFFICIALE FRANCESCA NAPOLI NOMINATA ASSESSORE DAL SINDACO CECILIA FRANCESE 

​L’avvocato Francesca Napoli è il nuovo assessore della giunta guidata dalla sindaca Cecilia Francese. Il consigliere comunale ha deciso di impegnarsi nella squadra di Governo al fianco della prima cittadina. Assumerà le deleghe al commercio, attività produttive, Suap, turismo e agricoltura. Contestualmente alla nomina assessoriale l’avvocato Napoli ha rassegnato le dimissioni dal consiglio comunale lasciando il posto alla prima dei non eletti, nella lista Tozzi Sindaco, Gemma Caprino.«Intendo proseguire la mia attività politica non deludendo chi ha creduto in me e soprattutto i miei elettori – dichiara il neo assessore Francesca Napoli-. Ringrazio la sindaca Cecilia Francese per la fiducia concessa, la maggioranza e la parte politica che mi ha visto prima consigliere e oggi assessore. Sono certa che con la guida della sindaca e la collaborazione di tutta la squadra di Governo raggiungeremo tutti gli obiettivi che ci siamo prefissati».

«Una scelta condivisa così come avevamo stabilito con il vicesindaco Ugo Tozzi – dichiara la sindaca Cecilia Francese-. Insieme più forti di prima proseguiamo il nostro percorso per cambiare questa città. L’avvocato Francesca Napoli è espressione di professionalità e impegno sul territorio. Le sue deleghe sono fondamentali per indicare la giusta strada da seguire affinché Battipaglia torni ad essere il punto di riferimento economico e sociale dell’intera Piana del Sele».

AGROPOLI,PRIMA PIETRA PER IL RESTYLING DI PIAZZA SAN SEVERINO/VIDEO 

 

AGROPOLI,IL SINDACO ALFERI SUL SET DELLA TRASMISSIONE SAPORI DEL SOLE AL FURANO BAHARI

Il sindaco di Agropoli Franco Alfieri, nonché consigliere del presidente De Luca e delegato regionale all’Agricoltura, è stato ospite della nuova stagione de “I Sapori del Sole”, il format di cucina in onda su AliceTv, canale 221 del digitale e su TvSat, che rilancia la dieta mediterranea e i prodotti dell’agricoltura campana in collaborazione con il Consorzio “Terra Orti”.Agropoli, e quindi la costiera cilentana, è la location d’eccezione che fa da cornice al set della terza edizione della trasmissione, prodotta da Goi Comunicare e condotta dalla giornalista Rosaria Sica.Il sindaco Alfieri ha evidenziato i punti forti del comparto agricolo campano, sottolineando il percorso che è comunque necessario fare per supportare al meglio le aziende sul mercato nazionale ed estero: «La nostra è un’agricoltura competitiva, lo stesso vale per il comparto zootecnico e la quarta gamma. Abbiamo decine di aziende agricole che fanno un lavoro straordinario, trainano l’economia locale e rilanciano la qualità della Campania anche all’estero. Certo, c’è ancora un grande lavoro da fare ma siamo sulla buona strada».E su Agropoli, set televisivo della prossima edizione de “I Sapori del Sole”, dice: «La costa cilentana non ha nulla da invidiare alle altre straordinarie coste campane. Questo format è un’ottima vetrina promozionale per Agropoli, il Cilento e la Campania. Agropoli in particolare è una città da vivere, aperta al turismo di qualità per tutti, per i giovani e le famiglie. L’accoglienza è la nostra grande arma vincente».“I Sapori del Sole” andrà in onda a giugno su AliceTv, canale 211 del digitale con la realizzazione tecnica di “Cgm Produzione”.

PONTECAGNANO,IL CONSIGLIERE COMUNALE ANASTASIO TORNA LIBERO

Il giudice per le indagini preliminari ha dichiarato l’inefficacia della misura cautelare applicata ad Antonio Anastasio lo scorso 22 febbraio ed ha ordinato l’immediata reimmissione in libertà. Allo stesso tempo non vi è stata alcuna richiesta del Pm per l’applicazione di altre misure. Decisioni che confermano l’estraneità di Anastasio dai reati contestati. Di conseguenza la sospensione dal consiglio comunale decadrà automaticamente ed Anastasio tornerà in consiglio comunale sin dalla prossima seduta.

AGROPOLI,VISITE GRATUITE ALLA TIROIDE PRESSO L’OSPEDALE

In occasione della settimana mondiale della Tiroide, edizione 2017,  il 27 Maggio 2017, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, medici specialisti in Endocrinologia effettueranno una visita ed un’ecografia tiroidea, gratuitamente, ai primi 80 cittadini che si presenteranno presso il Presidio Ospedaliero di Agropoli, e che non abbiano mai praticato un controllo alla tiroide. In quella sede, verrà inoltre distribuito del materiale informativo sull’importanza di una normale funzione tiroidea durante le varie fasi della vita e sulla prevenzione delle malattie tiroidee. La giornata mondiale della Tiroide è promossa in Italia, tra l’altro, dall’Associazione ltaliana della Tiroide (AIT), dall’Associazione Medici Endocrinologi (AME), dalla Società ltaliana di Endocrinologia (SIE), Società Italiana di Endocrinologia e Diabetologia Pediatrica (SIEDP), in collaborazione con il Comitato delle Associazioni dei Pazienti Endocrini (CAPE). Il tema di questo anno è: “Tiroide e benessere”. Scopo della manifestazione è sensibilizzare l’opinione pubblica e il mondo scientifico sui crescenti problemi legati alle malattie della tiroide, con particolare riguardo all’azione preventiva della iodioprofilassi. «Dopo la giornata mondiale contro l’ipertensione, di domenica 21 maggio scorso – afferma il sindaco Franco AlfieriAgropoli ospita, nel suo presidio ospedaliero, un’altra importante giornata dedicata alla prevenzione dedicata alla tiroide. E’ importante fare prevenzione, e tali appuntamenti sono occasione per essere informati su sintomi ed eventuali cure». «Grazie alla disponibilità di medici ed associazioni – dichiara il vicesindaco Adamo Coppolal’ospedale di Agropoli fornisce una sede idonea per effettuare analisi utili a scoprire se si è o meno soggetti a problemi tiroidei e, nel caso, con l’aiuto di esperti, scoprire eventuali soluzioni».

BATTIPAGLIA,LEI LO TRADISCE E LUI LE SCRIVE SULL’AUTO ZOCCOLA

Un uomo dopo aver scoperto il tradimento della sua fidanzata si è vendicato ‘sfregiando’ la carrozzeria dell’auto della donna usando della vernice nera per scrivere una parolaccia sulla vettura.Il fatto è accaduto questa mattina a Parco delle Magnolie a Battipaglia. A riportare la notizia e la foto il sito web l’occhiodisalerno.it.La scritta non lascia spazio ad interpretazioni e racchiude il pensiero dell’uomo tradito. Molti curiosi avrebbero invano atteso l’arrivo della donna al parcheggio per notare la reazione ma per il momento non si è fatto vedere nessuno.Fonte OcchiodiSalerno.it

GIUNGANO, A PROPOSITO DI FRANCO PALUMBO RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

In redazione è arrivata questa Email mandata da alcuni cittadini di Giungano e da un rappresentante della minoranza 

Franco Palumbo sindaco uscente di Giungano e candidato a Capaccio Paestum.Stanno facendo molto discutere gli attacchi ai politici di Capaccio Paestum ma ora escono fuori le spine della sua gestione

 

SCUOLA MATERNA A RISCHIO SISMICO (dopo aver speso oltre 650 mila euro)
Ebbene sì, dopo che l’amministrazione guidata dal sindaco Francesco Palumbo, ha speso oltre 650 mila euro di risorse pubbliche per lavori riguardanti la scuola materna, scopriamo dalla perizia dell’Ing. Sabrina Quaglia (costata altri 7000 euro) che la struttura non è adeguata alle norme vigenti in materia di terremoto. Infatti la relazione dell’ingegnere conclude letteralmente: In condizioni sismiche, allo stato limite ultimo di SLV, ossia di salvaguardia della vita……….la struttura non è verificata per azioni sismiche ai sensi della vigente normativa tecnica. Non è normale che un’amministrazione, dopo ben 12 anni di governo, scopra solo adesso, e dopo aver speso (70.000 €), in lavori edili per l’allocazione dell’asilo nido nel 2014, e (558.000 €), per l’efficientamento energetico nel 2015, che tale edificio rischia di crollare in caso di terremoto. Questa amministrazione non solo è arrogante, ma è anche molto distratta (probabilmente il sindaco ha la testa altrove), infatti dovete sapere che è vigente l’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri 20 Marzo 2003 n. 3274, la quale obbliga i comuni, classificati sismici come il nostro, a provvedere alla valutazione della vulnerabilità sismica degli edifici di sua proprietà, e tra questi ovviamente e soprattutto gli edifici scolastici, per poi programmare eventuali interventi. Ma la nostra attenta amministrazione non solo non ha programmato alcun intervento di adeguamento, ma non si è spesa nemmeno per una valutazione di tutti gli edifici. Considerando che conosciamo i nostri amministratori, sappiamo già che essi diranno: ma quei soldi erano destinati a quelle opere e noi per quelle dovevamo utilizzarli. Certo, ma nessuno vietava, anzi lo impone la legge, che eseguendo quei lavori, fosse fatta anche una verifica strutturale; Chiedendo un mutuo ad hoc, sarebbe stato possibile eseguire anche i lavori di adeguamento strutturale. Ad esempio, per il recente lavoro di via Piana, oltre ai 400.000,00 € già spesi, per poter completare i lavori, è stato chiesto un ulteriore mutuo per 171.626,00 euro. A maggior ragione doveva essere fatto per un edificio scolastico. Pertanto adesso, chiediamo pubblicamente come abbiamo già fatto in precedenza in consiglio comunale (vedi atti c.c. del 11.8.2015 e mozione presentata in data 4.8.2015), di provvedere immediatamente alla valutazione della vulnerabilità sismica di tutti gli edifici dell’ente comunale, a partire, ovviamente dagli edifici scolastici restanti con annesse palestre. Non vogliamo creare inutili allarmismi, ma vogliamo soltanto conoscere in che stato sono gli edifici costruiti 60 anni fa, dove i nostri ragazzi trascorrono la maggior parte del loro tempo, per poi programmare in modo serio e con le dovute priorità le azioni da intraprendere per fare in modo che si abbiano a disposizione strutture adeguate. Accertarsi delle condizioni strutturali di un edificio, prima di spendere risorse pubbliche, non è una cosa né di maggioranza, né di opposizione, ma semplicemente di buon senso. Qualsiasi persona di buon senso, prima di pensare a cambiare i pavimenti, le finestre e a rifare gli impianti della propria casa, pensa alla struttura, che sia solida e resistente, a maggior ragione, chi ha la responsabilità della sicurezza dei propri concittadini, ha l’obbligo prima di tutto morale e poi legislativo di provvedere a questo. Probabilmente, i lavori già fatti alla scuola dell’infanzia, (intonaci, pavimenti, impianti, infissi,) dovranno essere rifatti, con uno spreco di denaro pubblico che saranno gli organi competenti a valutare e a cui noi ci riserviamo di inviare gli atti. Resta la colpa grave, a nostro parere, di questo sindaco, ormai introvabile, e dei vari assessori e consiglieri di maggioranza che si sono avvicendati dal 2004 ad oggi, per non aver provveduto il prima possibile alla messa in sicurezza degli edifici, esponendo alunni e personale ad un rischio maggiore. Ci sono stati comuni che, a seguito di questi accertamenti e date le condizioni degli edifici, hanno valutato più conveniente demolire e ricostruire che consolidare gli immobili e ne hanno fatti di nuovi. Ma questo fa parte delle scelte di un’amministrazione, noi, anziché pensare di demolire una piscina costruita da pochi anni, per costruirci una fabbrica mastodontica, costata oltre 4.500.000,00 euro, necessaria solo a soddisfare la megalomania del nostro sindaco, denominata “Centro Sportivo”, avremmo prima di tutto indirizzato la nostra attenzione verso la sicurezza degli edifici scolastici, magari demolendo gli attuali e costruendo un unico nuovo edificio, adeguato alle norme vigenti, sicuro, moderno e funzionale, come del resto avevamo indicato nel nostro programma elettorale. Ma si sa la ragione è offuscata dall’ingordigia e dalla megalomania. Ad ognuno le proprie considerazioni. Per noi questa non è buona amministrazione !!!!! Giungano/ Dicembre 2016

 

 
 
 
 
Digita un messaggio…
 

AGROPOLI,L’INGEGNERE CAVALIERE CANDIDATO CON ABATE PIZZICA ALFIERI:”SUL TURISMO I NUMERI TI DANNO TORTO”

L’ingegnere Francesco Cavaliere candidato in una delle due liste in appoggio ad Agostino Abate(Agropoli Libera) in un comunicato stampa attacca duramente il sindaco Franco Alfieri.Questo il comunicato:

                                                                COMUNICATO STAMPA

I numeri da sogno… di Franco Alfieri

Franco Alfieri è stato Sindaco PD di Agropoli per 10 anni. Tra i suoi principali meriti, secondo il giudizio autorevole espresso da Vincenzo De Luca, è che nessuno gestisce le clientele meglio di lui. In verità ha anche un altro “merito” quello di fornire dati non rappresentativi della realtà. Lo ha fatto l’altro ieri nel corso di un comizio ad Agropoli per caldeggiare la candidatura di Adamo Coppola alla carica di sindaco di Agropoli. Alfieri dice ancora, dopo 10 anni, di voler sviluppare il turismo ad Agropoli offrendo come risultato della sua “buona amministrazione” l’aumento dei posti letto da 1000 a 2000 e del numero di bar e pizzerie (è ignota la provenienza dei dati) La verità è purtroppo ben diversa. Agropoli nel 2014 disponeva, in totale di 1075 posti letto mentre nel 2015 segna un leggero calo con 1036 posti letto (ultimi dati ISTAT disponibili). Ma non è questo il dato più eclatante. Agropoli è il fanalino di coda dei 19 comuni costieri a sud di Salerno. Agropoli nel 2014 ha avuto 500 posti letto per 10.000 abitanti e nel 2015 leggermente di meno 482: è il penultimo. Dopo di lui c’è solo Pontecagnano con 219 posti letto. I primi sono Centola con 15.093 posti letto per 10.000 abitanti, Camerota con 11.944 e Pisciotta con 10.428. Con questi numeri è difficile che Agropoli possa guadagnare quote del mercato turistico……. nemmeno con i suoi vicini Capaccio (5.462 posti letto per 10.000 abitanti) e Castellabate (4.780). Ad Agropoli è necessario costruire nuovi alberghi se si vuole entrare, come merita il suo mare e le sue risorse, sul mercato turistico e passare, in tal modo, da città del commercio a Paese turistico, dall’accoglienza del bagnante occasionale a quella del turista! Franco Alfieri però e convinto che il turismo ad Agropoli si sta sviluppando perché sono aumentati, a suo dire, il numero di bar e pizzerie. Speriamo che qualcuno spieghi a lui e Coppola che questo è commercio (anch’esso necessario) ma non turismo. I bar e le pizzerie servono a chi vuole un gelato o una pizza magari venendo dai paesi vicini. Per mangiare un gelato o una pizza non c’è bisogno di pernottare. Se un amministratore non sa questo deve cambiare mestiere. Avere consenso non significa essere nel giusto. La storia insegna. Agropoli maggio 2017 Autore: Francesco Cavaliere Azienda agricola Francesco Cavaliere, Via Fontana dei monaci, 6 84043 Agropoli (SA) Cell 349 3945069 E_mail francava@tiscali.it

AGROPOLI,MERCOLEDI’ 31 MAGGIO AL SERENELLA UNA BUONA CHANCES PER CHI CERCA LAVORO

SALERNO,MAQUILLAGE AGLI ARENILI DOPO LE MAREGGIATE INVERNALI

Dal 15 maggio sono iniziate le attività di livellamento e di pulizia delle spiagge cittadine con mezzi meccanici. Ad oggi sono stati lavorati i seguenti tratti di spiaggia: Villaggio del Sole, Baia, Santa Teresa, Mercatello, Torrione (altezza Ostello) e Porticciolo di Pastena. Nelle prossime ore sarà completato  il tratto di spiaggia di Lungomare Marconi per poi proseguire le attività nell’area del Grand Hotel Salerno.Si tratta di lavori particolarmente onerosi ed importanti finalizzati a ripristinare la fruibilità degli arenili dopo le mareggiate del periodo invernale e primaverile che ancora, seppur in forma ridotta, proseguono in queste giornate d’instabilità climatica e meteorologica. Da giovedì 1 giugno, in coincidenza con il lungo ponte del 2 giugno durante il quale è previsto un afflusso massiccio, avrà inizio il servizio di pulizia quotidiana degli arenili per permettere ai cittadini ed ai turisti di godere in pieno della spiaggia.Il Comune di Salerno è impegnato quotidianamente a tutelare il proprio patrimonio ambientale con particolare riguardo per gli arenili che con l’arrivo delle belle giornate saranno sempre più frequentati. Purtroppo notiamo che qualcuno non comprende tali sforzi fingendo di non capire quanto vasta sia l’area da sistemare e quanto lavoro ci voglia per svolgere un lavoro fatto bene divertendosi ad alimentare sterili ed infondate polemiche.

SALERNO,50 PROSTITUTE MULTATE AL GIORNO

Intenso lavoro del Reparto Motociclisti della Polizia Municipale impegnato nell’attività di repressione del fenomeno della prostituzione a Salerno.Secondo alcuni dati nel mese di aprile e fino al 24 maggio, sono stati elevati 246 verbali a meretrici e 51 a clienti.Sono state inoltrate all’Autorità Giudiziaria  anche 10 denunce per inottemperanza al foglio di via obbligatorio.In base a questi numeri in 54 giorni di attività di contrasto si è proceduto ad una media di 50 verbali al giorno elevati nei confronti delle donne che si prostituiscono.

AGROPOLI,IN CONTEMPORANEA NAZIONALE AL CINE TEATRO EDUARDO DE FILIPPI “I PIRATI DEI CARABI LA VENDETTA DI SALAZAR””

BATTIPAGLIA,NANCY MASTIA IN CITTA’ PER IL WORKSHOP SUL CINEMA E IL TEATRO

Battipaglia e la recitazione, un binomio che si rafforza sempre di più nel tempo. A breve, infatti, nella città della Piana del Sele andrà in scena un “Workshop” rivolto a tutti gli appassionati di cinema e teatro, madrina dell’evento sarà Nancy Mastia. Battipagliese doc, l’attrice tornerà dunque nella sua città per un progetto che sta avendo già un grande successo in giro per l’Italia (Messina e Napoli le ultime due tappe): “E’ un orgoglio per me poter realizzare questo progetto a casa mia – dice proprio Mastia -, sono molto contenta dell’iniziativa e spero che a stretto giro possano essere comunicate le date ufficiali”. Madrina anche della legalità con Luca Abete di Striscia della Notizia, nonché presenza fissa della trasmissione Avanti un altro di Paolo Bonolis, nel suo curriculum Nancy Mastia vanta diversi film ed anche spettacoli teatrali (l’ultimo realizzato con Giancarlo Giannini).

CAPACCIO PAESTUM,IL SINDACO VOZA AL CENTRO IPPICO IL MIO WEST:”ESPERIENZA BELLISSIMA”

Si è svolta ieri, al centro ippico “Il Mio West” a Capaccio Paestum la festa di chiusura dei Progetti di Riabilitazione Equestre e di Onoterapia, responsabile la Dottoressa Cristiana Cammardella, rivolti agli alunni con bisogni educativi speciali dell’istituto Comprensorio “Capaccio Paestum”. Il Progetto “In sella per vincere” è nato dalla riflessione sui vantaggi che l’attività riabilitativa equestre può offrire in un percorso finalizzato a garantire un miglioramento qualitativo della vita di questi bambini. Presente il Sindaco Italo Voza che così si è espresso sull’iniziativa:” Trovarmi qui questa mattina mi riempie di gioia. E’ un’esperienza bellissima vedere tutti questi bambini che entrano in simbiosi con il cavallo aumentando la loro autostima in un percorso che sarà loro di giovamento favorendone l’inserimento nella vita sociale. Un’iniziativa sociale di grandissima importanza che mi vede e mi vedrà in prima linea sempre…” Presso il centro si è svolto anche un progetto di Onoterapia “Maestro Asino Onlus” finalizzato a favorire l’inclusione scolastica sociale

IL COMUNE DI ASCEA CONDANNATO A PAGARE IL CO.RI.SA4

Il Tribunale di Vallo della Lucania ha finalmente pronunciato sentenza risolvendo la “querelle” tra il Comune di Ascea e il Co.Ri.Sa4. Il Comune di Ascea è costituito al Consorzio rifiuti bacino Salerno4, il quale provvede alla gestione degli impianti e dei servizi di smaltimento dei rifiuti solidi urbani. La vicenda contenziosa trae origine nell’anno 2004, quando il Consorzio assumeva di essere creditore nei confronti dell’ente locale per la quota consortile, nonché la raccolta differenziata, l’igiene urbana, e lo smaltimento rifiuti ed ulteriori prestazioni per gli anni 2001-2003. Per contro, il Comune di Ascea si opponeva alla richiesta creditoria, eccependo l’infondatezza della domanda per intervenuto pagamento e prescrizione del debito. Nel condividere la linea della difesa consortile, il Tribunale di Vallo della Lucania, dopo anni di processo, ha stabilito l’infondatezza delle doglianze del Comune di Ascea, condannando a pagare a favore del Consorzio rifiuti bacino Salerno 4 – così accogliendo le deduzioni dell’Avv. Benedetta Sirignano, suo legale – la somma di euro 225.492,87, oltre interessi legali dalla data di notifica del decreto e spese di procedura.

 

AGROPOLI, IL CASO SANTANIELLO E I CONTRASTI TRA CERRUTI E MAGNA

Cerruti e Magna, sotto Michele Tarallo

Il caso Santaniello rappresenta l’emblema della gestione Magna nell’Agropoli. Per chi non lo sapesse, per colpa di una vertenza fatta da Santaniello, l’Agropoli ha avuto un altro punto di penalizzazione e il Presidente dell’Agropoli deferito per 6 mesi. Santaniello non ha mai giocato nell’Agropoli, non ha mai fatto un minuto nell’Agropoli, mentre ci sono testimonianze raccolte dalla FIGC (Mario Valiante) che dicono il contrario. Gli autori di tali testimonianze devono solo vergognarsi, hanno testimoniato qualcosa che non rappresenta il vero davanti ad un organo della FIGC e per questo motivo la società ha avuto quest’ennesima vertenza. Questi depositari si conoscono tutti, sono persone ben note e sono tra quelli di cui noi contestavamo la presenza. Quando gridavamo ai quattro venti che le cose nell’Agropoli non andavano per il verso giusto, venivamo tacciati di essere contro l’Agropoli, di macchinare sull’Agropoli e di non volere il bene dell’Agropoli, anche quello rappresentava il falso. A più riprese il braccio armato di coloro che hanno testimoniato, attraverso Facebook e non solo, lanciava nei nostri confronti accuse pesanti, false e gratuite alle quali abbiamo sempre risposto a tono. Ora questo Santaniello, molto amico di Tarallo, ha vinto una vertenza, sappiamo tutti per quale motivo si trova tesserato con l’Agropoli e sappiamo tutti che non ha mai giocato un minuto e che non si è mai allenato un minuto. Non ricordiamo nemmeno di una presentazione alla stampa o di una passeggiata in piazza, o una dichiarazione su qualche giornale. Praticamente, qui non si è mai visto. Sarebbe il caso di soprassedere e di rinunciare a questi soldi, magari consigliato da Tarallo, suo amico stretto. Al di la di questa vicenda molto imbarazzante e decisamente da dimenticare emergono i risvolti di una gestione perdente e fallimentare portata avanti da Magna e soltanto vidimata da Cerruti che non poteva fare altro e infatti ora le due posizioni sono nettamente contrastanti, i due non si conciliano più e sono decisamente in forte contrasto fra loro. Sono stati 6 anni durante i quali ne abbiamo viste e denunciate di cotte e di crude, la retrocessione di quest’anno è l’emblema di tutto. Magna è fuori discussione come uomo e come persona, è un galantuomo, non smetteremo mai di dirlo, ci ha rimesso tempo, salute e e soldi nell’Agropoli e per questo va molto rispettato e ringraziato, ma è decisamente scadente come dirigente e il caso Santaniello la dice lunga. Tra Magna e Nicola Volpe non sappiamo chi dei due ha fatto più danni all’Agropoli, è l’ora che si debbano fare da parte. Il caso Lupo è uno dei tanti, costretto ad andare via additando su di lui la macchina del fango e autore della salvezza della MadrePietra Daunia, il caso Melis, trattato come una bestia e allontanato dalla squadra perchè infortunato, ne potremo dire tantissime, ci vorrebbe un’enciclopedia. Il caso Ronca, il caso Capozzi e chi più ne ha più ne metta. Ora però basta, devono lasciare l’Agropoli, devono dare la possibilità a Cerruti che li ha inchiodati alle loro responsabilità di continuare. Magna ha accentrato troppo su di se e fino a quando Cerruti ha avuto disponibilità economiche è riuscito a salvare la squadra fallendo però gli obiettivi di vertice, quest’anno che Cerruti si è fatto da parte, ci ha rimesso soldi e categoria facendo praticamente un macello. Il sistema Santaniello è l’emblema di 6 anni, a nostro avviso, catastrofici nonostante la vittoria del campionato di Eccellenza 2011/12. Ora si volti pagina, o che si riparta dall’Eccellenza o che si venga ripescati, ma Magna e Volpe ora tolgano il disturbo. Sergio Vessicchio

AGROPOLI PENALIZZATA DI UN PUNTO, CERRUTI DEFERITO PER 6 MESI

Ci sono riusciti…Luigi Santaniello, mai sceso in campo ad Agropoli, condanna l’Agropoli ad avere un punto di penalizzazione per la prossima stagione più deferimento per 6 mesi del Presidente, Domenico Cerruti….I protagonisti di questa vicenda si vergognino…e non aggiungiamo altro!


– DEFERIMENTO DEL PROCURATORE FEDERALE A CARICO DI: DOMENICO CERRUTI (all’epoca dei fatti Presidente e legale rappresentante della Società US Agropoli), Società US AGROPOLI – (nota n. 11292/711 pf16-17 GP/AA/mg del 12.04.2017).

Il deferimento – Con provvedimento del 12 aprile 2017, il Procuratore Federale deferiva a questo Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare: – Il Signor Domenico Cerruti (all’epoca dei fatti Presidente e Legale Rappresentante della Società US Agropoli) per rispondere della violazione dell’art. 1 bis, comma 1, del CGS, in relazione all’art. 94 ter, comma 11, delle NOIF ed all’art. 8, commi 9 e 10, del CGS, per non aver corrisposto al calciatore, Signor Luigi Santaniello, le somme accertate dalla Commissione Accordi Economici presso la LND con decisione prot. n. 59bis/Cae/2015-16 del 13/06/2016, nel termine di trenta giorni dalla comunicazione di detta pronuncia. – la Società US Agropoli per rispondere a titolo di responsabilità diretta ex art. 4 comma 1 CGS per il comportamento posto in essere dal proprio legale rappresentante

Le memorie difensive – Nei termini assegnati nell’atto di comunicazione degli addebiti, nessuno dei deferiti presentava memoria difensiva.

Il dibattimento – All’odierna riunione è comparso il rappresentante della Procura Federale, il quale ha richiesto l’irrogazione delle seguenti sanzioni: nei confronti del Signor Domenico Cerruti l’inibizione per mesi 6 (sei); nei confronti della Società US Agropoli punti 1 (uno) di penalizzazione in classifica da scontarsi nella corrente stagione sportiva e l’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00).

La decisione – Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, esaminati gli atti, rileva quanto segue. Il deferimento trae spunto dall’attività d’indagine espletata nel corso del procedimento disciplinare n. 711pf16-17, avente ad oggetto: “Mancato pagamento, entro il termine stabilito, da parte della Soc. US Agropoli, della somma di € 12.500,00 in favore del calciatore Santaniello Luigi (delibera CAE – prot. 59/bis CAE del 13.6.2016)”. Dagli atti di indagine, dalle evidenze istruttorie, dai documenti versati in atti emergeva che in data 13.6.2016, la Commissione Accordi Economici della LND, in accoglimento del reclamo presentato dal calciatore Santaniello, condannava la Società US Agropoli al pagamento in favore dello stesso della somma di € 12.500,00. Tale decisione veniva comunicata il giorno stesso alla Società US Agropoli a mezzo pec avverso la quale non veniva presentata, da parte della Società, alcuna impugnazione. Nonostante la regolare comunicazione della decisione, la Società US Agropoli, non corrispondeva quanto dovuto al calciatore Santaniello nei termini previsti dalla normativa federale, ovvero nel termine di trenta giorni dalla comunicazione di detta pronuncia. Alla luce delle considerazioni sopra svolte, risulta comprovato ogni oltre ragionevole dubbio, il comportamento antiregolamentare posto in essere dal Signor Domenico Cerruti, per la violazione dell’art. 1 bis, comma 1, del CGS, in relazione all’art. 94 ter, comma 11, delle NOIF ed all’art. 8, commi 9 e 10, del CGS, per non aver corrisposto al calciatore, Signor Luigi Santaniello, le somme accertate dalla Commissione Accordi Economici presso la LND nel termine di trenta giorni dalla comunicazione di detta pronuncia e risulta, di conseguenza, acclarata la responsabilità della Società US Agropoli, ai sensi dell’art. 4 comma 1 per il comportamento posto in essere dal proprio legale rappresentante. P.Q.M.

Il Tribunale Federale Nazionale, Sezione Disciplinare, in accoglimento del deferimento proposto, irroga le seguenti sanzioni: nei confronti del Signor Domenico Cerruti, l’inibizione per mesi 6 (sei); nei confronti della Società US Agropoli, la penalizzazione di punti 1 (uno) in classifica, da scontarsi nella prossima stagione sportiva, nonché l’ammenda di € 1.500,00 (Euro millecinquecento/00).

BATTIPAGLIA,COMMOVENTE LETTERA DELLA FAMIGLIA SANTESE AI BATTIPAGLIESI DOPO LA MORTE DI MARIA ROSARIA

Dopo l’immane tragedia che si è abbattuta sulla famiglia Santese, per la perdita della giovanissima Maria Rosaria, i genitori e le sorelle della 19enne hanno voluto ringraziare la città con una lettera. Affisso da questa mattina lungo le strade cittadine, campeggia il manifesto che apre con una citazione del vangelo di Giovanni: «Se il chicco di grano, caduto per terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto».Renato e Cinzia, insieme con le figlie Annabella e Alessandra, hanno poi voluto ringraziare tutta la città. Prima di invitare tutti alla messa in suffragio della giovane battipagliese, che si terrà il prossimo 26 maggio alle 19:00 nella chiesa di Santa Maria della Speranza, i familiari hanno scritto: «La famiglia Santese, di cuore, ringrazia quanti in occasione del passaggio da questo mondo a Dio della cara Maria Rosaria, si sono stretti intorno a noi genitori, alle sorelle e ai familiari tutti.Grazie a tutti e a ognuno per il grande conforto e sostegno umano e religioso che ci avete offerto attraverso la preghiera, con una parola, con un abbraccio o una stretta di mano o semplicemente con la vostra presenza.
La vostra numerosa e copiosa presenza ci spinge a guardare oltre il velo della morte, ci incoraggia ad offrirci ulteriormente, perché la vita resti per sempre una fantastica esperienza, che va vissuta all’insegna dell’amore e della stima reciproca.Grazie a tutte le istituzioni della città: al Sindaco e all’Amministrazione comunale, alle varie rappresentanze politiche, alle Associazioni culturali e sportive della Città di Battipaglia, alla Polizia di Stato, ai Carabinieri, alla Protezione civile, per aver offerto ognuno, secondo le proprie competenze, il servizio nel coordinare lo svolgimento composto e sereno dell’evento, che ha colpito la città di Battipaglia.Grazie alle istituzioni religiose: alla comunità dei Padri Stimmatini per aver offerto gli spazi della chiesa Santa Maria della Speranza, affinché la visita al feretro e ai familiari si svolgesse nel segno della speranza che ci viene da Cristo Gesù. Grazie a tutti i parroci della Città per aver fatto giungere la loro paterna vicinanza e a quanti per mezzo della preghiera e dell’ascolto della Parola di Dio, offerto il conforto del cuore e infuso la speranza nella Risurrezione.Infine un grazie sentito a tutta la popolazione che si è coinvolta standoci accanto attraverso tanti piccoli gesti di affetto. In modo particolare grazie ai tanti giovani presenti; la vostra presenza, oltre a sostenerci, ci fa ricordare Maria Rosaria ritrovandola come un dono particolare che Dio ha fatto al cuore di tutti. Ecco perché chiediamo a voi, suoi amici, e a quanti ci sono stati vicini di ricordarla sempre per la sua serena vivacità, e per l’allegria che sapeva trasmettere».Marco Di Bello

ALLA COMUNITA’ DEL PARCO APPROVATO IL PIANO PROGRAMMATICO,ALFIERI: “MOMENTO DI GRANDISSIMA RILEVANZA”

  Alfieri: “Un documento di ampio respiro che ci consentirà di perseguire uno sviluppo strutturale del nostro straordinari territorio”                                         

  “Quella di ieri è stata una giornata davvero significativa per la Comunità del Parco. I Sindaci hanno infatti approvato un Piano Programmatico che, per la prima volta, mette   ordine e fissa la traccia entro cui costruire un percorso di crescita, sviluppo e progresso del nostro Parco. Un documento politico di grandissima rilevanza che, attraverso l’individuazione di obiettivi di medio-lungo termine ed una serie di interventi concreti, intende finalmente perseguire uno sviluppo strutturale del nostro straordinario territorio”. Così il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, sull’approvazione del “Piano programmatico della Comunità del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni” avvenuta ieri nel corso della seduta dell’Assemblea del Parco svoltasi a Salemme di Sanza.“Al territorio del Parco – sottolinea Alfieri, che ha partecipato all’Assemblea anche in rappresentanza della Regione Campania, dove e’ consigliere di De Luca per l’Agricoltura – sono state trasferite, nel corso degli anni, ingenti risorse finanziarie per favorirne la crescita. I risultati, purtroppo, non sono stati quelli che avremmo auspicato in termini di rottura con il passato, perché è mancata una visione strategica, chiara ed univoca. Grazie al Piano programmatico, potremo dare, con convinzione ed unitarietà d’intenti, risposta al bisogno di cambiamento che i nostri concittadini esprimono. Un cambiamento ineludibile, perché problemi come lo spopolamento, la scarsa accessibilità, il dissesto idrogeologico e la perdita di competitività e attrattività esigono soluzioni certe e definitive”.Il documento approvato ieri – che è suscettibile di essere integrato e rivisto nel tempo – individua gli obiettivi strategici da perseguire e gli interventi da implementare nei principali ambiti: dal turismo ai trasporti, dai servizi per i cittadini alla tutela del territorio, dalla formazione alle risorse naturali. “Con il Piano programmatico – conclude Alfieri – noi sindaci, insieme al presidente dell’Ente Parco, Tommaso Pellegrino, e al Presidente della Comunità del Parco, Salvatore Iannuzzi, cui vanno i nostri ringraziamenti per aver accolto la mia proposta di redigere questo importante documento,  abbiamo avviato un percorso di condivisione e confronto sulle scelte da operare con l’obiettivo di ‘costruire’ un’unica voce, quella della Comunità del Parco, in grado di rappresentare, con forza ed autorevolezza, le istanze e i bisogni del nostro territorio sui tavoli di natura tecnica e politica sia regionali che nazionali ed europei. Solo in questo modo, potremo trasformare in fattori di successo quelle criticità che finora hanno frenato il nostro sviluppo”.

AGROPOLI, I CARABINIERI SEQUESTRANO ANABOLIZZANTI AL GESTORE DI UNA PALESTRA

Nella mattinata di oggi 24 maggio 2017, i Carabinieri del Nucleo Anti Sofisticazione di Salerno  e della Stazione di Agropoli hanno dato esecuzione al decreto di perquisizione emesso dalla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Vallo della Lucania nei confronti del gestore di una delle palestre del capoluogo cilentano.Nel corso della perquisizione, richiesta dagli stessi Carabinieri, sono stati rinvenuti vari medicinali ad uso anabolizzante che l’uomo aveva occultato all’interno di un armadietto della cucina.I predetti medicinali venivano quindi sottoposti a sequestro per il successivo invio presso l’Ufficio Corpi di Reato del citato Tribunale di Vallo della Lucania.Proseguono intanto i mirati servizi tesi a contrastare il particolare fenomeno.COMUNICATO STAMPA CARABINIERI DI AGROPOLI