AGROPOLI ATTUALITA'

11.000 EURO PER TRE PROCESSIONI ALLA BANDA DI AGROPOLI.MUSICANTI SIMBOLO DI UN SISTEMA CONSOLIDATO

Il capobanda Nicola Pellegrino dirige l’orchestra

Solo per tre processione di Agropoli(Santi Pietro e Paolo,Madonna di Costantinopoli e Madonna delle Grazie) la banda di Agropoli prende 11.000 euro tra prezzo pattuito e iva. 3.000 euro a processione.Le feste di Agropoli per la banda di Pellegrino costituiscono la cosiddetta gallina dalle uova d’oro.Oltre ai fondi che il comune da bilancio fornisce a questa banda il cui presidente onorario è Franco Alfieri(ce lo hanno messo per accedere ai fondi e chissà se lui lo sa pure),l’ideatore è Adamo Coppola dai tempi del suo assessorato al bilancio,percepiscono anche i soldi dei comitati.Purtroppo ci troviamo di fronte ad una situazione imbarazzante.Chi impone la banda di Agropoli ai comitati?Sgombriamo il campo dalle ipocrisie e visto che i comitati mettono la faccia e la loro onestà per assicurare le feste ad Agropoli buttassero una volta per tutte la maschera anche perchè possono pure fingere ma ne devono dar conto a Dio se dicono qualche bugia.A San Pietro e Paolo non sappiamo come avviene la pressione e la raccomandazione.Per la Madonna di Costantinopoli la banda è garantita dalla presenza di Giulio Russo il quale senza mezzi termini pur di difendere e portare a suonare questa banda non ci ha pensato due volte e a cominciato a sparare sentenze contro chi(il sottoscritto) ha osato mettere in discussione questa istituzione.Poi ci ha chiamati e ci ha detto,cercando di fare pressioni e cercando di intimorirci: “Guarda che ti denunciano chi te lo fa fare di attaccarli,lasciali stare”.Perchè Giulio Russo si è preso la briga di fare tutto questo lavoro?Ricordiamo anche il comunicato a firma del sindaco che ci attaccava perchè avevamo osato mettere in cattiva luce la banda di Agropoli.Giulio Russo e Adamo Coppola fanno parte dello stesso sistema,chi deve capire ha capito.Subito dopo la festa della Madonna di Costantinopoli ci chiama Dino Bacco il quale organizza la festa della Madonna delle Grazie e ci dice: “Abbiamo fatto una riunione e si è detto che la banda di Agropoli costa troppo 3.000 euro e che bisogna prenderne un’altra ma a pari condizione si prende quella di Agropoli.Abbiamo girato e no ne abbiamo trovate a prezzi minori e quindi abbiamo preso quella di Agropoli”.Molto diplomatico Dino Bacco perchè ha dovuto coprire l’avvenuta raccomandazione(pressione) presso Don Bruno a chi gli ha imposto la banda di Agropoli.Bastava chiedere al comitato della Madonna del Carmine(l’unico comitato che non si fa mettere i piedi in testa)e domandare il prezzo della Banda che ha suonato il 16 Luglio.1800 euro e suona molto meglio di quella di Agropoli oltre che palesare disciplina,buona educazione,rispetto verso il prossimo cose che non sono,per la maggior parte,criteri dei musicanti che suonano nella banda di Agropoli.A questo punto è evidente la pressione e l’imposizione e i ricatti che i comitati festa subiscono perchè “deve assolutamente suonare la banda di Agropoli.”Ma da chi subiscono queste pressioni?Come avviene l’operazione?Questo i comitati lo diranno alla magistratura,se saranno chiamati in causa, che già da tempo indaga su questa vicenda e che avrebbe aperto un fascicolo per verificare come mai tre insegnanti percepiscono lo stipendio statale,fanno un vivaio musicale a scuola, lo trasformano in banda con solo pochi allievi dello stesso vivaio e percepiscono fondi dalle amministrazioni comunali agropolesi che sostiene il vivaio per nuovi musicisti.E bisognerà stabilire per quale motivo i comitati mostrano risentimenti verso la banda di Agropoli e poi pagano il doppio e fanno suonare quella di Pellegrino,Papa e Massanova.Pellegrino il capo banda di Camerota,Papa e Massanova di Stella Cilento sono coloro che reggono questa banda ma qui le responsabilità vanno oltre e vanno ricercate sul municipio dove purtroppo si trovano le risposte a questa situazione che prima o poi finirà.Se ne vedessero bene adesso perchè tutti questi soldi alla banda di Agropoli(la grande banda del Cilento prrrrrrrrrrrrrr)sono il risvolto di una situazione anomala e fuori luogo.Noi l’abbiamo capita da tempo e la stiamo denunciando.Fiato alle trombe.Andate a suonare.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.