AGROPOLI

AGROPOLI,COMUNE TOTAL ERG IL CONTENZIOSO INFINITO

total ergAGROPOLI. Nuovo atto di citazione da parte della società Total Erg nei confronti del Comune di Agropoli per una fornitura di carburante che non risulterebbe pagata. L’Ente, che ha già predisposto il ricorso, ha ricevuto un decreto ingiuntivo nel 2012 da parte della società per aver “effettuato ordinativi di benzina per l’ammontare complessivo di 42.967,52 euro che sono stati ricevuti regolarmente dal Comune” ma non saldati. La Total Erg citò il Comune innanzi al Tribunale di Roma sostenendo di essere creditore per la fornitura di buoni acquisto di carburante. L’Ente, a sua volta, si oppose al decreto ingiuntivo emesso nel dicembre scorso attrvaerso l’avvocato Maria Rosaria Magarelli, sollevando “l’incompetenza territoriale e rilevando la mancanza, di qualsiasi atto formale, idoneo e valido a costituire un rapporto obbligatorio a carico dell’amministrazione comunale”.CONTINUA A LEGGERE

La Total, a quel punto, si costituì in giudizio dando atto dell’incompetenza territoriale, chiedendo al giudice di emettere ordinanza di cancellazione della causa dal ruolo e rimettere le parti dinanzi al Tribunale di Vallo della Lucania. Nel novembre scorso, la società ha quindi notificato al Comune di l’atto di citazione in riassunzione al Tribunale di Vallo.Il contenzioso si riferisce a una convenzione stipulata nel 2010 tra la Total Erg e la società Consip, circa la fornitura di carburanti per i servizi connessi alla pubblica amministrazione attraverso buoni acquisto. Il Comune di Agropoli aderì alla convenzione per circa 43mila euro ma pare che non abbia poi effettivamente ricevuti gli ordinativi. Da qui la scelta di opporsi al decreto ingiuntivo, relativo al mancato pagamento delle fatture. L’importo del compenso per il giudizio, che l’Ente liquiderà al legale, è pari a tremila euro.Andrea Passaro