agropoli
AGROPOLI SPORT

L’AGROPOLI TRIONFA DI MISURA SUL SAN VITO POSITANO

Allo stadio “Raffaele Guariglia” di Agropoli, sfida testa-coda tra la formazione delfina di Esposito ed il San Vito Positano di Cuomo. L’ obiettivo era quello della vittoria dopo l’inopinato schiaffo di Castel San Giorgio. Agropoli che voleva non solo risollevarsi da quel passo falso, ma anche tentare l’allungo sul San Tommaso (fermato ieri nell’anticipo dal Solofra) e non perdere contatto con l’Audax Cervinara in questa bagarre della lotta promozione. Per tentare di piazzare l’allungo sono anche arrivati alcuni giocatori esperti in settimana quali Mustone, Imparato e Manzillo. L’ incontro veniva diretto dal signor Giovanni Matteo di Sala Consilina coadiuvato dagli assistenti Roberto Ferrara di Castellammare di Stabia e Giacinto Falco di Frattamaggiore.
La cronaca del match: al 5′ punizione dal limite di Natiello, palla fuori di poco.
Un minuto dopo bello scambio tra Graziani e Tandara: il tiro di destro del rumeno termina fuori.
All’ 8′ ci prova ancora da piazzato Capozzoli, ancora palla sul fondo.
Ancora Agropoli arrembante al 9′ con un tiro dal limite di Graziani: palla deviata in corner da Carezza.
Al 14′ punizione a giro di Carezza per gli ospiti: palla fuori di poco alla sinistra di Capone.
Al 20′ sospetto contatto in area ospite tra Tandara e Terminiello, l’arbitro lascia proseguire.
Al 23′ ancora ci prova da fuori Masocco: centrale il tiro, raccoglie Iaccarino.
Dopo 13′ equilibrati, al 36′ i delfini la sbloccano con Tandara. Abilissimo il centravanti di Esposito a correggere il tiro-cross di Graziani con un preciso colpo di testa che si infila alle spalle di Iaccarino.
Non accade più nulla fino alla fine del primo tempo che termina con l’Agropoli meritatamente in vantaggio.
Al 49′ bella palla di Natiello per Pappalardo, ma il terzino cincischia davanti a Iaccarino.
Al 52′ Masocco, dopo aver raccolto dai 35 metri scagliava un tiro fiondato di destro: palla fuori.
Al 56′ si fa vedere il San Vito dalle parti di Capone con un tiro centrale di Ranieri, senza grosse pretese. Palla bloccata dal portiere delfino.
Al 68′ sempre da fuori ci prova la squadra di Cuomo con un punizione di Di Biase, blocca Capone.
Al 74′ Graziani prova il gran goal da metà campo palla che esce di poco.
Al 75′ ospiti in dieci per l’espulsione di Carfora: il classe ’92 si fa cacciare per proteste nei confronti del direttore di gara.
All’ 84′ tiro dal limite violento di Tenneriello, Capone respinge. Sulla ribattuta Di Biase è in fuorigioco.
All’ 88′ bella palla di Masocco per Limatola che tenta un lob bloccato da Iaccarino.
È l’ultima occasione di una partita non bellissima dal punto di vista della spettacolarità. I delfini conquistano però la cosa più importante: tre importantissimi punti che li mantengono in vetta alla classifica in coabitazione con l’Audax Cervinara.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.