palmese
AGROPOLI SPORT

TROPPE ASSENZE L’AGROPOLI NON VA IN FUGA DOPO LA SCONFITTA DEL SORRENTO

L’Agropoli non va oltre il pareggio con il Faiano in trasferta sul solito campo trappola.Troppe le assenze nelle fila dei delfini incapaci di mantenere il vantaggio sull’euro goal di D’Attilio ed equilibrato sull’asse degli ex Anastasio Schettino quest’ultimo in goal a fine primo tempo.I delfini avrebbero meritato di vincere per una condotta di gara piena di personalità ed incisività ma  hanno mostrato i loro limiti negli equilibri in campo.Le assenze non sono una giustificazione ma la squadra non può fare a meno di un elemento cardine a centrocampo come Guadagno di gran lunga il migliore nella stagione  per rendimento ma De Cesare è stato troppo volte chiaro prima la maglia a Natiello e poi agli altri 10 e bisogna avere rispetto delle scelte dell’allenatore visto che il primato in classifica è quasi totalmente merito suo. Natiello è un suo capriccio perciò gioca,troppo scarso per tenere i ritmi di una squadra come l’Agropoli  la cui velocità è l’arma migliore  e Natiello ha una corsa morroidea non sa scaricare la palla e non regge perchè non ce l’ha, purtroppo l’Agropoli sarà costretto a sopportarlo fino alla fine e ne faranno le spese gente che ha giocato in serie b,nelle primavere di serie A e persone che hanno 300 partite da serie C,serie d ed eccellenza per cui si mettano l’anima in pace Guadagno,Lo Petrone,De Rosa,D’Attilio e perfino Santonicola quest’ultimo addirittura  meno peggio di Natiello.L’Agropoli ha dominato il campo in lungo ed in largo ma lascia sul terreno due punti determinanti per la corsa al titolo.De Cesare le ha provate tutte pur di vincere la gara ma la porta è sembrata stregata.E dire che le inseguitrici hanno perso tutte,una eventuale vittoria avrebbe avuto il  sapore di una fuga ma è mancato l’ultimo tocco nonostante il cambio di modulo in corsa.In difesa tre under in trasferta in eccellenza sono un rischio che non si può correre e quest’anno ogni qualvolta la difesa era schierata con i ragazzi under l’Agropoli non ha mai vinto e così è stato anche contro il Faiano del presidente Pappalardo e di mister Turco i quali ci hanno creduto fino alla fine e hanno ottenuto sul campo un punto che fa classifica ma sopratutto morale e di questi tempi contro questo Agropoli è più di una vittoria.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.