AGROPOLI

AGROPOLI, DALLE PAROLE AI FATTI CACCAMO VA IN PROCURA

CACCAMO 7“I sottoscritti cittadini segnalano e espongono quanto segue. In data odierna 26/03/2015 abbiamo appreso di lavori di dragaggio della foce del fiume Testene. Da testimonianza diretta e documentabile cosi come apparso su alcune testare giornalistiche online si evince che materiali dragati di cui non possiamo meglio specificare la natura risultano essere trasportati e scaricati in cumuli lungo la riva destra dello stesso fiume in prossimità del litorale San Marco.Considerando gli scarichi fognari nelle immediate vicinanza dell’area di escavo dei materiali dragati, e non potendo escludere a priori nessuna forma di contaminazione batteriologica e/o di altra natura, per quanto di Vs. specifica competenza Vi invitiamo a operare le verifiche del caso per scongiurare ogni pericolo all’ambiente e alla pubblica incolumità.”QUESTO IL TESTO DELLA DENUNCIA FATTA ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VALLO DELLA LUCANIA. DI SEGUITO RIPORTIAMO LA DENUNCIA FATTA DAL BLOG DI CONSOLATO CACCAMO CONTINUA

Foce Testene ad Agropoli. Lavori di dragaggio nei pressi del molo di attracco estivo e di diversi scarichi fognari. I materiali, in evidente stato putrefattivo e di cui non si può escludere la contaminazione ambientale e biologica, sono depositati in maniera incontrollata lungo il litorale non distante. Proprio li dove porteremo i bambini a giocare con paletta e secchiello quest’estate.

 

 

 

http://consolatonatalinocaccamo.blogspot.it/

 

 

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.