AGROPOLI

AGROPOLI DI NOTTE SCOMPAIONO DUE ALBERI AL CENTRO CITTADINI E COMMERCIANTI SUL PIEDE DI GUERRA ACCUSE A DI BIASI CHE SI DICE ESTRANEO,IL SINDACO: “SARANNO RIMESSI”

Agropoli.Una bufera che non accenna a placarsi.Da quando sono stati tagliati,al momento si pensa da  ignoti,due  alberi in via Pio X  immediatamente a ridosso della centralissima piazza Vittorio Veneto,commercianti e cittadini sono sul piede di guerra.L’azione è stata fatta nella notte tra martedì e mercoledì  scorso.A dire il vero quegli alberi come in altre parti della città non sono molto igienici perchè portatori di insetti a altri inconvenienti e non sono nemmeno decorosi perchè sono brutti e tenuti male. Ma il problema è un altro.I commercianti inviperiti ritengono che il taglio non sia avvenuto da ignoti  ma  puntano il dito contro un consigliere comunale Franco Di Biasi gestore della cooperativa che svolge la manutenzione. I commercianti sostengono,non si sa se a ragione o no,che questo taglio sia avvenuto per favorire l’attività di alcuni commercianti e in special modo uno che avrebbe dato un lauto contributo per la squadra di calcio Real Agropoli di cui Franco Di Biasi è presidente. Naturalmente l’ipotesi dei commercianti è subito sbugiardata dal consigliere stesso il quale sostiene di aver fatto soltanto tamponare i buchi dove erano gli alberi per non creare problemi ai pedoni e di non essere a conoscenza di chi avrebbe tagliato quegli alberi non ritenendo il taglio previsto nei lavori della cooperativa stessa.Al momento denunce contro ignoti ai carabinieri non ve ne sono anche se i commercianti invitano l’amministrazione comunale a guardare le riprese delle telecamere istallate per riuscire ad individuare gli autori del taglio di quegli alberi.Il sindaco cade dalle nuvole e ha promesso che gli alberi saranno ripiantati.La chiosa però è doveroso.Troppo amore verso la natura da parte di tutti o semplicemente accuse di favoreggiamento verso  attività commerciali? Il dubbio sovviene,ci chiediamo se gli alberi erano stati tagliati da qualche altra parte la bufera si sarebbe alzata? Una querelle destinata ancora a far discutere e che trova spazio nel trend autunnale dove ad Agropoli di polemiche se ne fanno poche.Sergio Vessicchio

PRIMA DEL TAGLIO
PRIMA DEL TAGLIO
ALBERI DOPO
DOPO IL TAGLIO