AGROPOLI

AGROPOLI, IL CONSIGLIERE MALANDRINO ATTACCA IL SINDACO ALFIERI

Emilio-MalandrinoCOMUNICATO STAMPA

Quando l’arroganza travalica i confini !!!!!!!!!!!!!!

Il solito “ Leader ” di Torchiara con l’intero “codazzo” ( politico) continua , encomiabilmente, a fare passerelle mediatiche anche se, ovviamente, dimentica che non sarà più il candidato alle prossime amministrative ( almeno ad Agropoli…….. sic!!!!!!!!, starà forse pensando a Capaccio, Giungano, o altrove ?…. ) ma, probabilmente, lo fa a supporto del suo “ fido attendente “ che ha già designato alla successione:
Posa della prima pietra dello splendido progetto della nuova Caserma della G.D.F., inaugurazione nuova area del mercato settimanale, attesissima soluzione di decentramento urbanistico, conferenze stampa di programmi estivi ecc., ecc., .
Fa tutto questo sempre con la solita saccenza, arroganza, presunzione e maleducazione contro chi, avversari politici e persone che si “permettono” di non pensarla come lui ( il PATRON !!!!! ), sciorinando diktat e promulgazioni (degne di “ ADOLF” e suoi similari), ricchi di improperi e conditi da una superbia unica nel ribadire che in tutto ciò la “ SUA” ( intesa verosimilmente proprio come titolo di proprieta’…. ) Amministrazione continua a fare mutui ( indebitando ulteriormente, a mio avviso, il comune di Agropoli , già indebito per oltre 27 milioni di Euro ), e dicendo che tutto questo è un metodo di grande e geniale condotta economico-amministrativa.Noi non siamo assolutamente d’accordo caro Primo Cittadino e , sono certo che, in questa direzione molti, seppur silenziosamente, la pensino allo stesso modo soprattutto chi ha compreso che questi debiti ricadranno sulle tasche dei cittadini Agropolesi ( tutti i Cittadini Agropolesi , tranne dell’attuale Sindaco residente da sempre a Torchiara, ….. per la cronaca !!!! ) e delle future generazioni per i prossimi 30 anni.In tutto questo si inserisce e mi torna in mente prepotentemente il grande ed ineludibile problema OSPEDALE.RiTorno ancora su questo, CERTO, e a de-luca-alfierivoce alta perché in una Comunità il Primo Cittadino ha oneri ed onori, il Primo Cittadino è colui che apre la frontiera alle battaglie civili, il Primo Cittadino è colui che sostiene e difende gli interessi dei deboli e dei sofferenti.DOV’E’ sua “ SANTITA’ ” su questo problema? Ha saputo ( Lei che è così vicino e così influente collaboratore del Presidente della Regione ) che ancora una volta Agropoli e la costiera cilentana resteranno senza un vero Ospedale? Non c’è nemmeno un vero Pronto soccorso avanzato, anche ora ad Estate iniziata con migliaia di turisti che frequentano il Cilento.Ad Agropoli il pronto soccorso dovrebbe essere punto di appoggio estivo per tutta la costa cilentana Nord, centinaia di migliaia di presenze estive senza una reale tutela. E questo nonostante le pompose promesse di vari piani sanitari regionali, l’ultimo dei quali varato immancabilmente durante la recente campagna elettorale.Nel nuovo piano ospedaliero ci si vanta di una riapertura futura dell’Ospedale di Agropoli che invece sostanzialmente avrá solo ( chissà mai e quando lo avrà ) qualche posto letto di Medicina e un centro sui disturbi alimentari. Senza una rianimazione e senza specifici reparti, le serie urgenze chirurgiche, ortopediche, cardiologiche e neurovascolari dovranno essere trattate altrove.Due anni fa il presidente della Regione, Stefano Caldoro, rappresentante più alto del centro-destra , dal quale presi in maniera forte le distanze, avallò la scelta di chiudere il pronto soccorso dell’ospedale di Agropoli per effetto del decreto 49 dell’allora Giunta di Centro-Sinistra e di un taglio del governo Renzi di centinaia di milioni di Euro alla sanità campana che si ripercosse sull’Asl di Salerno per 28 milioni di euro.Non condivisi quella scelta, checché’ ne dica il Sindaco, il quale forse non ricorda, e fui critico nelle scelte che ne conseguirono ma, per quelle che erano le mie modeste potenzialità, mi sono battuto con gli allora rappresentanti del PDL e F.I. affinché si operassero scelte diverse.L’allora ed attuale Sindaco del Pd Alfieri, alla guida di tanti sindaci della zona, accusarono Caldoro ed il suo Governo Regionale, ma da allora essendo cambiate tante cose, c’è da chiedersi:
Dov’è oggi Alfieri? E’ molto impegnato con l’ agricoltura regionale ?
E gli interessi della Sua Comunità ?
E la difesa del diritto alla Salute ?
Quali sono le azioni messe in campo?
Faccia un bagno di umiltà, scenda dal piedistallo, serva più generosamente, in questo ultimo sprazzo di mandato, la sua Terra, senza improperi contro gli altri, senza se e senza ma, vada a perorare in ginocchio, se necessario, al Suo Amico De Luca( Lui che tutto può quando vuole ) la causa del nostro Ospedale , dia un contributo per un servigio importante a questo Territorio.
A cominciare da me Le sarò grato a prescindere, da avversario Politico e non da “nemico” , perché così ho imparato a vivere nella mia semplice ma ricca storia di passione civile e politica.
Agropoli 05/07/2016
Dott. Emilio Malandrino – Capogruppo Consiliare

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.