AGROPOLI

AGROPOLI, METANIZZAZIONE ALFIERI VUOLE CHIAREZZA

METANO AGROPOLIAGROPOLI. Tempi certi per l’attivazione del metano nelle abitazioni e negli esercizi commerciali di Agropoli. «Chiederemo alla ditta che sta operando i lavori – fanno sapere da Palazzo di Città – di consegnarci un crono-programma nel quale si evinca quando gli stessi verranno consegnati e, allo stesso tempo, di farci capire quando i cittadini potranno fruire del servizio».Agli uffici tecnici comunali la ditta barese avrebbe riferito che «nel giro di 90 giorni il metano potrà giungere nelle case e nei negozi degli agropolesi» ma i responsabili, stanchi delle chiacchiere, vogliono tempi certi. A tal proposito spiegano: «vogliamo che la ditta ci metta per iscritto quando consegneranno i lavori affinché se ne assumano le relative responsabilità qualora i tempi non venissero rispettati». Durante l’incontro, a cui prenderanno parte, tra gli altri, il direttore dei lavori dell’Amalfitana Gas Bonaventura Nacchia, il sindaco di Agropoli Franco Alfieri e il funzionario dell’ufficio tecnico comunale Lavori Pubblici Sergio Lauriana, verrà richiesto che la ditta barese risolva «nel più breve tempo possibile le criticità legate al collaudo delle opere e provveda all’ultimazione dei lavori», che secondo quanto riferito all’ente cilentano sarebbero giunti al 98%.Nel luglio scorso l’ingegnere Nacchia di Amalfitana Gas aveva riferito che c’erano ancora da completare «i lavori della bretella di collegamento dal punto di consegna Snam nel territorio comunale di Eboli ad Agropoli; inoltre stiamo procedendo a fare i primi allacci e le prime attivazioni, in pendenza del collaudo». Ma dall’accensione della prima fiammella, avvenuta in Piazza Vittorio Veneto il 15 febbraio scorso, sono passati sette mesi e i residenti così come l’Amministrazione comunale non vogliono attendere ancora tempi biblici per rendere possibile l’utilizzo del metano. Il Comune resta in attesa di capire dalla ditta, che ha deciso di investire in città costruendo a proprie spese la linea interna, quando il metano sarà realtà. La speranza è che l’operazione avvenga entro l’autunno e, per evitare sorprese, sarà firmato un verbale in cui la ditta barese si impegnerà a mantenere fede a tale tempistica altrimenti potrà essere “multata” dal Comune così come previsto dal contratto di appalto.Già alcuni mesi fa l’impresa è stata costretta a pagare una penale di 188.504 euro per aver interrotto ingiustificatamente i lavori di metanizzazione per 5 anni. Tale importo sarà orrisposto mediante l’esecuzione di opere, funzionali o meno al completamento della rete di distribuzione del gas metano sul territorio. Una storia lunga oltre tre decenni quella della metanizzazione ad Agropoli, la cui spesa orientativamente sostenuta dalla ditta esecutrice ammonta a 13 milioni di euro.Andrea Passaro