AGROPOLI

AGROPOLI: PISTA CICLABILE, PERICOLO STACCIONATA

AGROPOLI. Rimossa la parte di pista ciclabile che incombeva sulla sede stradale sulla SP 278, nel territorio comunale di Agropoli. Circa quindici giorni fa, una porzione della pista ciclabile che collega Agropoli e Paestum, di circa cento metri, si era inclinata sull’asse stradale, poco prima del lido Venere, costituendo un grave pericolo e una minaccia all’incolumità di chi percorreva l’arteria.
Dopo alcuni giorni, gli operai della Provincia sono intervenuti ma, anziché riparare il tratto, forse troppo rovinato, hanno provveduto a rimuoverlo, poggiando la staccionata in legno sul muro posto a confine della carreggiata.
Uno stato di cose che impedisce però di percorrere il tratto destinato alle biciclette e ai pedoni in quanto l’estremità della staccionata va a chiudere di fatto il percorso, interdicendo l’accesso all’ulteriore porzione di pista ciclabile esistente.
Un modus del tutto originale di risolvere la problematica, che avrebbe potuto quantomeno contemplare il taglio dell’estremità della staccionata precaria, in modo da consentire il passaggio in sicurezza almeno in quella parte di infrastruttura che ancora resta in piedi.
Non mancano le segnalazioni da parte di residenti e turisti che lamentano di «dover uscire sul tratto carrabile di strada, laddove sfrecciano le auto, a nostro rischio e pericolo».
Restano inoltre precarie le condizioni dell’ulteriore tratto di pista ciclabile, lunga complessivamente 5 km, contraddistinta da dislivelli, fossi, pali della pubblica illuminazione sul percorso, interruzioni improvvise, come nel caso dei ponti in legno nei pressi della località Linora.
Un’infrastruttura che potrebbe essere fiore all’occhiello della zona, molto frequentata in questo periodo, visto che attraversa numerose strutture turistiche e ristoranti, e invece versa in condizioni di abbandono e degrado.
Una valorizzazione dell’intera area sarebbe auspicabile considerato che parliamo di una delle porte di accesso alla città. Andrea Passaro

sergio
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.