AGROPOLI

AGROPOLI, TRUFFATA LA FAMIGLIA STENDARDO ,INDAGANO TRE PROCURE

La vicenda è triste e anche molto inquietante e mette in discussione la presenza del calciatore Guglielmo Stendardo e della sua apprezzata famiglia ad Agropoli dove aveva deciso di vivere e risiedere.Un venditore di auto usate, già noto negli ambienti giudiziari, con la complicità della moglie e qualche altro disperato, hanno perpetrato una gravissima truffa a danno della famiglia Stendardo.La notizia,da tempo già circolante tra la gente, ha destato grande imbarazzo ad una popolazione onesta e dedita al lavoro, che ne aveva da subito, appena insediatasi nella nostra città di Agropoli, apprezzato il perbenismo, la serietà, l’altruismo e la emblematica umiltà, specie del più noto della famiglia: Guglielmo.La famiglia Stendardo solo dopo varie pressioni ha deciso di rompere il silenzio su questo fatto che ha creato non poche turbolenze e imbarazzi e insieme abbiamo cercato di ricostruire l’intera vicenda e farci riferire i nomi di questi truffatori, anche se ormai il tutto è di dominio pubblico e sono già stati individuati dalla Polizia che per l’indagine ancora in corso non ha voluto fare trapelare tutti i dettagli della vicenda. Sappiamo solo che l’indagine è arrivata in Sicilia e che oltre alle auto rubate o clonate vi sia dell’altro. Al momento hanno voluto mantenere il riserbo per le indagini in atto per cui hanno solo riferito che si tratta di un venditore di auto agropolese e di sua moglie commerciante di abbigliamento.Tutto ha inizio dal momento in cui questi si erano presentati a casa Stendardo  per acquistare un’auto  Mercedes CLS che avevano saputo fosse in vendita; successivamente propongono l’acquisto di una 500 L e poi di una Geep Renegade, sequestrata, ed ancora una Mini, sequestrata, una Mercedes Glk sequestrata e una Bmw X6. Le auto erano state tutte interamente pagate, tra permute e conguagli in assegni, all’effettivo valore di mercato.La reazione di tutta la famiglia Stendardo  è stata di indignazione e malcontento,subire una truffa in questo modo ha rappresentato una pugnalata alle spalle ed è stata considerata un vero e proprio tradimento dopo gli investimenti fatti e l’immagine positiva per Agropoli che proprio Guglielmo stava amorevolmente rafforzando.Intanto i legali hanno iniziato le pratiche per il recupero delle auto prese in permuta ed al momento risultano già in restituzione per sequestro,la Captiva e la Mercedes, mentre ancora nulla di concreto si sa di un’ altra 500 L , mentre i Carabinieri avrebbero già individuato e forse vista circolare in Agropoli,la Suzuki Vitara.Una vicenda grottesca che potrebbe portare a clamorosi sviluppi da parte delle procure che si stanno occupando di chiarire i fatti ma che intanto ha portato a far decidere di lasciare Agropoli da parte degli Stendardo e questo comporterà un danno di immagine per la città e una sconfitta per chi per molto tempo ha lavorato per fare in modo che proprio famiglie come quella di  Guglielmo Stendardo la potessero abitare.Siamo in attesa di sviluppi.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.