AGROPOLI

AGROPOLI,ABATE DAL SUO BLOG ATTACCA IL SINDACO: ” LE SPIAGGE AGLI ALBERGHI UNA TROVATA ELETTORALE”

agostino abateDal suo blog personale Agostino Abate consiliere comunale di minoranza attacca duramente il sindaco di Agropoli Franco Alfiere sulla proposta di dare le spiagge agli alberghi,la definisce una trovata elettorale:”Sui notiziari locali si legge che il SINDACO vuole concedere tratti del litorale San Marco anche agli albergatori che non hanno strutture ricettive prospicienti il mare , lasciando però il 30% come spiaggia libera per tutti i cittadini.
L’iniziativa di assegnare spiagge agli albergatori per consentire loro una migliore offerta e ,quindi, aumentare la domanda da parte dei turisti con conseguente aumento diretto ed indiretto dell’economia locale è certamente una iniziativa lodevole.Ma pensare di farlo a danno totale dei cittadini che non possono permettersi ulteriori costi per godere del loro mare natio deplorevole.Ben venga l’idea di migliorare la ricettività degli alberghi cittadini ma questo miglioria deve avvenire con il contributo economico diretto degli albergatori e previo autorizzazioni da rilasciarsi dopo l’approvazione di un piano coste particolareggiato e condiviso.CONTINUA A LEGGERE


In un territorio comunale dove la spiaggia di sabbia è già ridotta all’osso si può e si deve programmare e realizzare una maggiore “linea balneabile” ma bisogna intervenire sulla costa che ora non è usabile per una normale balneazione e con spese che non devono ricadere sul bilancio comunale.
Non sarebbe questo il primo caso in Italia laddove con un idoneo piano coste si contempera il doppio fine di salvaguardare la costa non sabbiosa sotto ogni profilo paesaggistico ed ambientale e nel contempo si ottiene anche la valorizzazione economica della stessa costa non sabbiosa ed il tutto senza far perdere ai cittadini (liberi) un solo metro di spiaggia libera anzi facendo aumentare anche a vantaggio di costoro la linea balneabile.
La pensata (elettorale) del Sindaco , per essere concreta ed utile per l’intera economia della città e non solo per i pochi , deve essere strutturale e non programmatica temporanea e ,quindi ed a maggior titolo , deve poter incontrare la condivisione di tutti gli attori sociali (cittadini – operatori turistici – commerciali – stakeholder – etc.) .Questa personale “assegnazione” demaniale è solo la prima conseguenza diretta di una più generale programmazione territoriale fatta solo nel palazzo e senza il coinvolgimento effettivo e partecipativo di tutti gli attori sociali.La presenza ed il contributo partecipativo dei cittadini e di tutti gli altri attori sociali ed economici soprattutto nella fase di condivisione della struttura cittadina è indispensabile per un utile e moderno processo di pianificazione territoriale .Questi sono i principi basilari per una urbanistica moderna ed attuale che possa riuscire a migliorare le condizioni di tutti senza sottrarre alcunché ai cittadini che già sono vessati da troppi tributi ed imposte per tante cose che non godono direttamente o indirettamente”.Tutto questo all’inizio di una campagna elettorale alla regione  che si annuncia importantissima per il sindaco di Agropoli Franco Alfieri.