AGROPOLI APPUNTAMENTI EDITORIALE

AGROPOLI,ABBIATE RISPETTO ALMENO PER I SANTI di Sergio Vessicchio

In una città dove ormai non ride più nessuno,dove per strada c’è sempre gente con muso lungo, sempre incazzata,dove le battute ormai sono un ricordo e dove il saluto è diventato un peso anche il rispetto per i Santi è scemato consistentemente. I nostri Santi ormai sono festeggiati da pochi intimi e passano tra l’indifferenza della gente.Quanto diciamo e scriviamo sappiamo di dirlo al muro perchè niente viene quanto meno valutato ma per una questione di coscienza noi le cose le dobbiamo dire perchè ci dissociamo dal modo di gestire molte cose tramandate dai nostri nonni.Ad Agropoli nemmeno i Santi e le nostre Madonne possono avere il piacere di essere rispettati.Si passa su tutto,contro tutto e a dispetto di tutto.Il sindaco e i vigli urbani devono sapere che i Santi non possono passare al fianco delle auto.Non si può chiudere la strada per il passaggio del carnevale  e si tiene aperta per il passaggio dei Santi.Questo è grave anche se ne sbattono quando glielo si ricorda. Gli assessori e i consiglieri non possono consentire questo è una discrasia esagerata e incivile.A quel punto è meglio non farle.Sembra che le processioni diano fastidio alle istituzioni di Agropoli.Quando arrivano le feste per loro è un dramma invece di sentirle come momento di esaltazione spirituale.L’appello al sindaco,alla giunta,ai consiglieri,ai vigili urbani e quello di portare un po di rispetto per i Santi e le processioni ci credono o non ci credono,sono o non sono cattolici.Le strade vanno chiuse due ore prima del passaggio dei Santi e lungo il percorso non si parcheggia come quando passa il carnevale,il giro d’Italia e le corse di atletica.Si chiede rispetto per il credo della gente, per il
passaggio delle Statue,per le ricorrenze tramandate dagli avi.Questo lassismo e menefreghismo è uno schifo insopportabile.Sindaco e politici vari se ne fottono delle processioni e non danno nessun suggerimento,non fanno nessuna delibera tranne poi mettersi in passerella dietro le statue stesse.Altre colpe le hanno i comitati e i sacerdoti.I Santi patroni dovrebbero scendere per gli scaloni e invadere il centro piazza Vittorio Veneto dove ci dovrebbero essere i fedeli ad aspettarli e dovrebbe essere un momento di festa centrale,un rito straordinario da far avvicinare la gente ai nostri Santi e invece le portano per “vichi e vicarielli” sopra una carrettella perchè la gente non si trova per portarli sulle spalle come una volta.Facciamo scendere i Santi Patroni direttamente dagli scaloni,via Filippo Patella e facciali accogliere in piazza dalla gente.Si chiudano 2 ore prima le strade del percorso evitando la mattanza   dei vicoli dove non c’è nessuno e si dia solennità al loro passaggio.ma ci vuole tanto per semplificare il tutto e rendere le processioni snelle e sentite? I Santi Patroni hanno un percorso fatto con la chiusura di tre massimo quattro strade per due ore consentendo alla gente di poter camminare anche nel percorso della processione cosa che avviene ovunque.Meglio gestita sotto l’aspetto del traffico e la festa della Madonna di Costantinopoli perchè si svolge nelle isole pedonali per larga maggioranza e sul porto dopo il provvedimento dello scorso anno non si dovrebbero parcheggiare le auto per due giorni.Altro problema assoluto e la festa importantissima della Madonna delle Grazie.Qui il problema è rappresentato dal parroco Don Bruno il quale non ha mai capito l’importanza di questa ricorrenza per la città di Agropoli e la fa svolgere come se celebrasse una normale messa.Don Bruno costituisce un ostacolo perchè con la processione della vigilia mette in seria difficoltà i vigili,non da solennità al passaggio della Madonna facendo scadere l’evento religioso.Secondo il mio personale parere bisognerebbe ripristinare l’antica tradizione legata alla festa più importante della città. 1)SCENDERE LA MADONNA DALLA NICCHIA IL 2 AGOSTO. 2)INIZIO NOVENA IL 2 AGOSTO CON SPARI SERALI 3) TRIDUO NEI GIORNI 8-9-10 AGOSTO 4) GIORNO 10 ARRIVO LA MATTINA DEL CONCERTO BANDISTICO E GIRO PER LE VIE DELLA CITTA’.NEL POMERIGGIO PROCESSIONE QUADRO DELLA MADONNA NEI QUARTIERI ACCOMPAGNATO DALLA BANDA. SANTA MESSA IN PIAZZA CON IL QUADRO DELLA MADONNA.CONCERTO DELLA BANDA IN PIAZZA 5)ARRIVO BANDA E SALUTO PER LE VIE PRINCIPALI DELLA CITTA’ SOLENNE PROCESSIONE FAR CHIUDERE LE STRADE DOVE PASSA LA MADONNA ALMENO 2 ORE PRIMA DEL PASSAGGIO E CREARE L’ATMOSFERA DELLA PROCESSIONE. PERCORSO INDIVIDUATO: USCITA DALLA CHIESA VIA PIO X FINO IN FONDO E GIRARE VIA SALVO D’AQUISTO,VIA LOMBARDIA,VIA DANTE ALIGHIERI,VIA PIAVE,LIDO AZZURRO,LICINA,VIA PIAVE,CORSO GARIBALDI,VIA AMENDOLA,PIAZZA BAR NAZIONALE,VIA MAZZINI,CENTRO STORICO,SANTA MESSA IN PIAZZA E RIENTRO IN CHIESA. E FUOCHI SE IL SACERDOTE LO RITIENE BLOCCARE L’IMMISSIONE DI BANCARELLE NELLA PIAZZA DAVANTI ALLA CHIESA. LA COSA IMPORTANTE. GRAZIE PER AVERMI CHIESTO IL PARERE E SPERO SI RITORNI ALLA TRADIZIONE DI UNA VOLTA.Ora esigiamo almeno un  momento di approfondimento su questa tematica a nostro avviso molto interessante anche se come sempre fare un buco nell’acqua.Ad Agropoli si fanno le cose “storte” e secondo i gusti di singoli o interessi di pochi.Le processioni più importanti ne sono una dimostrazione,hanno perso il rispetto anche per quelle.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.