AGROPOLI

AGROPOLI,ARRESTATI CIRO E GAETANO IACOMINO ACCUSATI DEL TENTATO OMICIDIO DI CARIONE

fratelliSi sono consegnati ieri sera alle forze dell’ordine che ormai,con una forzata azione repressiva,li avevano braccati. Ciro Iacomino  fratello maggiore e Gaetano il minore 38 e 22 anni sono stati arrestati e tradotti nel carcere di Vallo della Lucania e sono accusati di tentato omicidio.Sotto i colpi è finito giovedì mattina in via piave Raffaele Carione 35 anni residente a Capaccio dove ha un’attività commerciale ma originario di Trentinara.Le forze dell’ordine non hanno smesso un minuto di cercarli e guidati dal capitano Manna hanno individuato i due grazie alle testimonianze.Dalle telecamere sarebbe emerso che a sparare sia stato il fratello piccolo Gaetano il quale per lungo tempo sarebbe stato l’amante della donna in questione(stando alle voci che girano in città)ex moglie del fratello Ciro.L’arma,una pistola,ancora non l’hanno trovata.I due sono accusati di tentato omicidio in concorso e porto abusivo di armi. La storia sembrava essere finita di recente ma a Gaetano non andava giù la nuova relazione della donna con Raffaele Carione anche perchè lo stesso Gaetano si era preso cura di lei dopo che si era lasciato con Ciro suo fratello maggiore.Il giovane era infatuato forse innamorato della donna contesa e non ha potuto digerire il volta faccia della donna che ha due bambini con Ciro l’ex marito.Di qui il tentativo di far fuori Carione alla presenza proprio della donna.Una tresca finita male,nel sangue.La pista passionale si era pensata subito dopo il fatto e anche l’incendio dell’auto di proprietà della donna contesa aveva fatto pensare a questa ipotesi.Il resto è storia,una brutta storia,da dimenticare.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.