AGROPOLI

AGROPOLI,ATTESA PER LA NOTTE BIANCA AL 3 STORE PER L’ARRIVO DELL’IPHONE 6,DECINE DI PRENOTAZIONI

telefonino iphoneL’appuntamento è per le ore 23.00 di questa sera quando al Tre store di Via Piave ad Agropoli si aspetta l’arrivo dell’ iphone 6 l’ultimo gioiello della Apple disponibile in maniera ancora limitata ma decisamente in commercio da domani. Sorprese e attrazioni per dare il benvenuto al telefonino al momento più importante della apple.

Le due versioni di iPhone 6 saranno distribuite in Italia a partire dal 26 settembre 2014 quando,a partire dalle 8 della mattina, saranno messi in vendita presso gli Apple Store fisici distribuiti sul territorio nazionale e, probabilmente, sull’Apple store online. Gli smartphone possono essere acquistati svincolati da obblighi direttamente da Apple o dai rivenditori autorizzati. In alternativa, è possibile sottoscrivere un abbonamento con un operatore telefonico nazionale, sebbene i dettagli non siano al momento stati rivelati.

Dal 23 settembre è possibile prenotare il ritiro presso un Apple Store fisico attraverso una semplice procedura online.

prezzi di listino saranno così composti:

iPhone 6 16 GB € 729
iPhone 6 64 GB € 839
iPhone 6 128 GB € 949
iPhone 6 Plus 16 GB € 839
iPhone 6 Plus 64 GB € 949
iPhone 6 Plus 128 GB € 1.059

I dispositivi potranno essere scelti nelle varianti argento, oro e grigio siderale, come il predecessore iPhone 5S.

Design

paolo-fusco-4
PAOLO FUSCO TITOLARE 3 STORE AGROPOLI

Con iPhone 6 e iPhone 6 Plus Apple ha completamente ripensato il suo storico smartphone. Si abbandonano le forme squadrate dei modelli precedenti – da iPhone 4 a iPhone 5S – per abbracciare un form factor arrotondato e sottilissimo. Il materiale di punta è sempre l’alluminio anodizzato, con una scocca dello spessore di 6,9 millimetri per il modello da 4,7 pollici e di 7,1 per quello da 5,5. Sul retro, una fotocamera lievemente sporgente per garantire una profondità così ridotta del terminale, quindi dei divisori che fungono sia da base d’appoggio per il device che da isolanti per le varie antenne WiFi, LTE e Bluetooth in dotazione.

iPhone 6 e iPhone 6 Plus rappresentano il progresso più importante nella storia dell’iPhone. L’iPhone è lo smartphone più amato al mondo e ha il più alto livello di soddisfazione dei clienti dell’intero settore: ora lo abbiamo reso ancora più perfetto, sotto ogni punto di vista. Solo Apple può unire i migliori hardware, software e servizi ad un livello che non ha precedenti, e riteniamo che i clienti se ne innamoreranno.

Tim Cook, CEO Apple

Il vetro frontale, dagli angoli avvolgenti e ammorbiditi, pur non essendo in cristallo di zaffirogarantisce un’estrema resistenza a urti e graffi grazie a un processo di rafforzamento agli ioni. Il jack per le cuffie si sposta sul fondo, così come nella linea iPod Touch, ed è accompagnato da un foro per la connessione Lightning nonché da una striscia per l’altoparlante integrata. Infine, una menzione anche per i tasti fisici, ora posti lateralmente, lievemente incassati nella scocca e dalle forme allungate.

Dotazione hardware

Non solo l’estetica dei nuovi iPhone è stata rinnovata, anche all’interno Apple ha pensato a delle novità particolarmente interessanti. Di seguito, un excursus delle feature degne di nota:

  • Display Retina HD: gli schermi da 4,7 e 5,5 pollici richiedono non solo una nuova risoluzione – rispettivamente da 1.334×750 e 1.920×1080 pixel – ma anche una progettazione rinnovata del pannello. Sotto al vetro di protezione trova infatti spazio un filtro polarizzatore che, oltre a garantire una perfetta compliance del colore con gli standard sRGB, aumenta notevolmente l’angolo di visualizzazione. Quindi vi è il display IPS, retroilluminato grazie a una doppia fila di LED. La definizione dell’immagine è poi elevata: dai 326 ai 401 ppi.
  • Processori: entrambi gli iPhone sono equipaggiati con un chip A8 dual core a 64 bit, realizzato con una produzione a 20 nanometri e un consumo energetico inferiore del 50% rispetto a iPhone 5S. A questo si abbina un nuovo co-processore M8 che, oltre ad analizzare informazioni di movimento come nella precedente versione, è ora dotato di barometro per rilevare l’altitudine . Grazie a iOS 8, il chip principale si potrà avvalere del sistema Metal per un’elaborazione 3D e OpenGL priva di colli di bottiglia, particolarmente veloce e paragonabile a un laptop entry level;

La crescita di performance della CPU (elaborazione dati) e della GPU (elaborazione grafica) da iPhone a iPhone 6

  • Fotocamere: entrambi i melafonini montano delle fotocamere posteriori e frontali rinnovate. Per quanto riguarda l’obiettivo iSight, Apple ha deciso di rimanere sugli 8 megapixel della precedente versione, per migliorare invece la sensibilità alla luce. Ogni singolo pixel del CMOS è ora grande 1,5 nanometri, per un apertura totale f/2.2. Grazie alla tecnologia Focus Pixel e al corpo di 5 lenti con protezione in cristallo di zaffiro, inoltre, l’autofocus diventa fedelissimo e istantaneo. Il risultato sono foto definite in qualsiasi condizioni di luce, molto attente alla compliance del colore e decisamente più ricche rispetto ad altri competitor con maggiore disponibilità di megapixel. Nel modello da 5,5 pollici, inoltre, l’obiettivo è dotato di uno stabilizzatore ottico. Entrambi i dispositivi, infine, possono girare video in HD 1080p, con funzioni slow-motion a 120 e 240 fps. Migliora anche la fotocamera frontale FaceTime HD che, pur rimanendo a 1,2 megapixel, ottiene anch’essa l’apertura f/2.2 e il riconoscimento facciale automatico, per i maniaci dei selfie;

La fotocamera posteriore è da 8 megapixel. Grazie alla tecnologia Focus Pixel l’autofocus diventa istantaneo

  • Touch ID: il lettore di impronte digitali Touch ID arriva alla sua seconda versione. Più fedele nella scansione delle dita e più rapido, sono stati eliminati i bug caratteristici di iPhone 5S. La copertura è sempre in cristallo di zaffiro;
  • Connettività: i due melafonini sono compatibili con LTE fino a 150 Mbps, con il supporto di oltre 20 frequenze mondiali. Il WiFi, invece, si aggiorna allo standard 802.11ac, mentre il Bluetooth in dotazione è di tipo LE per la massima performance con i servizi di microlocalizzazione, come iBeacon. Non ultimo, iPhone 6 finalmente supporta i chip NFCper le comunicazioni radio a brevissima distanza, come nel caso dei micropagamenti.
  • Batteria: iPhone 6 gode di un’autonomia lievemente migliorata rispetto al predecessore iPhone 5S, con circa 14 ore garantite in conversazione 3G, 10 ore di navigazione LTE, 11 WiFi e 50 di riproduzione audio. iPhone 6 Plus, invece, si pregia di un aumento sensibile delle prestazioni energetiche: 24 ore 3G, 12 ore in LTE, 12 in WiFi e 80 in riproduzione audio.

    Novità software

    I due melafonini saranno distribuiti con iOS 8 precaricato, il nuovo sistema operativo mobile di Apple disponibile in download gratuito dal 17 settembre. Per le sue singole caratteristiche, si rimanda allo speciale dedicato. Vi sono tuttavia alcune funzioni che saranno presenti solamente sugli iPhone 6, di seguito le più importanti:

    • Pannelli: grazie al grande schermo di iPhone 6 Plus, in modalità landscape il dispositivo può avvalersi di una navigazione a pannelli simile a quella già attiva da tempo su iPad. Sulla parte sinistra dello schermo le informazioni contestuali, come la ricerca dei nomi in rubrica, sulla sinistra invece il centro nevralgico dell’applicazione in uso;
    • Singola mano: nonostante le accresciute dimensioni, i melafonini possono comunque essere utilizzati con una mano sola. Facendo doppio tap con il pollice su qualsiasi punto, la schermata si abbasserà a livello del dito, permettendo così di premere qualsiasi pulsante dell’interfaccia;
    • Chiamate LTE e WiFi: grazie ai protocolli VoLTE (Voice Over LTE) e WiFi, gli iPhone 6 possono effettuare chiamate sfruttando i pacchetti dati anziché le normali comunicazioni cellulari;
    • Micropagamenti: Apple ha lanciato ieri, al momento solo negli Stati Uniti, il suo nuovo sistema di pagamento Apple Pay. L’innovazione prevede la memorizzazione dei dati della propria carta di credito su iPhone – al momento sono supportate American Express, VISA e MasterCard – quindi l’abbinamento con NFC e Touch ID. Quando ci si trova in un negozio, sarà sufficiente avvicinare il proprio smartphone al lettore alla cassa, quindi confermare la transazione con una scansione dell’impronta digitale. Online, invece, è sufficiente premere il tasto “compra” sui siti abilitati, senza la necessità di digitare codici utente e password. Per memorizzare i dati della propria carta di credito, inoltre, basta semplicemente inquadrarla con la fotocamera.
    • Fotografie: la fotocamera frontale FaceTime HD ottiene tutti i controlli – dall’esposimetro al bilanciamento del bianco, passando per l’HDR automatico – già abilitati su quella posteriore. Disponibili, inoltre, il timer d’autoscatto per i selfie e le riprese in sequenza, per un massimo di 10 inquadrature al secondo. Infine, il riconoscimento facciale è ora di default per entrambi gli obiettivi.
    • Video: oltre alla già citata modalità di ripresa a 120 e 240 fps, la registrazione dei video avviene con focus automatico e anche in timelapse, per realizzare filmati dilungati nel tempo da riprodurre in pochissimi secondi.

Accessori

I nuovi iDevice di Apple possono essere abbinati a una lunga lista di accessori appositamente creati dal gruppo di Cupertino. Fra i tanti, spiccano di certo le cover. Le varianti in vera pelle, in vendita a partire da 45 euro, sono disponibili nei colori nero, rosso, blu, marrone e rosa. Quelle in silicone, proposte a partire da 35 euro, vedono l’aggiunta delle tinte verde e azzurro.