AGROPOLI

AGROPOLI,BANDE DI NAPOLETANI GRIDANO DI NOTTE IN GIRO PER LA CITTA’ VERGOGNA,BASTA CON QUESTO TURISMO

foto via piave di notteUna vergogna,uno scandalo. Basta con questi turisti ad Agropoli.La notte scorsa tra il 6 e il 7 luglio una banda di giovani napoletani come sie vede nelle immagini ha gridato a squarcia gola per le vie di Agropoli provoncando non pochi problemi alla quiete pubblica. Da Piazza Vittorio veneto fino al lungomare San Marco hanno fatto di tutto e di più. Basta con questo schifo di gente,basta con queste persone,è ora di mettere un punto fermo. Fra l’altro ieri per Agropoli giravano gente di bassissimo profilo alla ricerca di appartamenti per il mese di agosto,persone grasse tutte tatuate con  orecchini e altri oggetti metallici con il volgare accento della peggiore specie dell’hiterland napoletano che mercanteggiavano con agropolesi proprietari di locali e anche di bassi da fittare per agosto. Una vergogna. Ci vogliono controlli e dispositivi e un regolamento chiaro e soprattutto si spera che soprattutto da Napoli arrivino quelle persone per bene in grado di elevare il turismo perchè la città di Agropoli,purtroppo,è presa d’assalto dalla gente peggiore di Napoli e dintorni e invece la gente seria e civile di Napoli scegli altre località.

P.S.IN QUESTI GIORNI QUALCUNO HA VOLUTO TRAVISARE IL NOSTRO MESSAGGIO.NOI RIBADIAMO NON VOGLIAMO TURISTI DI BASSO PROFILO CHE SIANO DI NAPOLI,DI MILANO,DI ROMA E DI PALERMO O DI QUALSIASI PARTE.INVOCHIAMO E INVITIAMO LA GENTE PERBENE DI NAPOLI SOPRATTUTTO A VENIRE AD AGROPOLI PER ALZARE IL TONO TURISTICO DELLA CITTA’ DI AGROPOLI PERCHE’ PURTROPPO A CAUSA DELLA PRESENZA DI PERSONE POCO PERBENE(NON TUTTI) I SIGNORI TURISTI PERBENE  DI NAPOLI AD AGROPOLI NON VENGONO.  CREDIAMO DI ESSERE STATI MOLTO CHIARI.NESSU RAZZISMO E NESSUNA DISCRIMINAZIONE CI MANCHEREBBE. ASPETTIAMO I NAPOLETANI VERI I MIGLIORI INTERPRETI DELLA GRANDE CULTURA NAPOLETANA CHE CI RENDE FIERI E ORGOGLIOSI DI ESSERE ITALIANI.CHI E’ IN CERCA DI PUBBLICITÀ’ O DI VISIBILITÀ’ HA TOPPATO.LA REDAZIONE

PER CHIUDERE:

L’amore, il rispetto e l’unicità di una metropoli, Napoli, che ha dato origine a valori artistici, emblematici per la cultura di una grande nazione, come l’Italia, a prescindere dalla sua incomparabile bellezza, che tanto ha ispirato le straordinarie menti di quanti hanno avuto il privilegio, attraverso la storia, la filosofia, la poesia, la musica, il teatro e tutte quelle arti che portano il suo segno, di viverla e godersela, non potrebbe mai essere, da chicchessia, discussa o peggio ancora disprezzata.
I Napoletani, quelli veri, che con grande fatica, per ovvi motivi, tengono ancora alto il vessillo della loro città, sono, come giustamente riconosciuto, tra i più rappresentativi dei popoli del mondo ed io ne sono, come Campano, orgoglioso.
Pertanto, quando qualcuno mi addita come territorialista perchè non desidera la loro presenza sul territorio di Agropoli, che è la mia città nativa, dice una sciocchezza enorme e tendenziosa.
È mio preciso intento rimarcare, ancora una volta, che il sottoscritto nell’invocare di cacciare via da Agropoli i Napoletani, indica unicamente, gli indegni di essere tali, per quanto mostrano attraverso comportamenti inusuali per carenza di senso civico,    
violenti, chiassosi, irrispettosi dell’ambiente e delle regole basilari del saper convivere ed altro ancora. In definitiva, le mie osservazioni ed il disprezzo verso costoro, fanno eco a quelle degli stessi Napoletani, vittime della presenza di questa gentaglia, che di napoletano hanno il solo e semplice Atto di nascita. 
È quindi, mio preciso desiderio chiarire, a tutti i Veri Napoletani meravigliosi, che condivido la loro rabbia, le loro legittime preoccupazioni e le mortificazioni che devono subire per la innaturale presenza in questa città, unica, e che resterò sempre e comunque tra i più convinti estimatori di questa Popolazione.
Non abbassiamo la guardia contro costoro e lasciamo cadere ogni difesa che possa servire a creare ulteriori spazi e maggiore arroganza.