AGROPOLI

AGROPOLI,CENTRO DESTRA NO A MARIO CAPO,SI CAMBIA REGISTRO

mario-capo-e-cirielliAgropoli. IIl centro destra sta facendo le prove tecniche per una composizione che possa garantire in città un ruolo da protagonista per il prossimo futuro. Dopo lo scioglimento del PDL mai si era tentanto di compattare le fila ad Agropoli e su iniziativa del Prof.Giuseppe Funicelli c’è stato un incontro al quale hanno preso parte varie componenti del centro destra.Il consigliere comunale Agostino Abate in quota Nuovo centro destra,l’ex consigliere comunale Carmine Serra,il candidato alla predidenza del Parco Ernesto Apicella,l’econsigliere comunale Giuseppe Acone e Forza Italia rappresentata dal segretario cittadino Mario Pesca e il vicario Gianluigi Giuliano. Funicelli naturalmente ha svolto gli onori di casa. Durante i lavori aggiornati a domenica prossima si è deciso comunemente,ma era già in programma,di non invitare Fratelli D’italia perchè rappresentata da Mario Capo ritenuto da tutti un politico locale troppo bocciato dalla gente elle elezioni , le troppe bocciature che l’elettorato gli ha fatto per come ha svolto la politica in questi anni. Capo è famoso per andare a parlare in sedi politiche centrali a nome di gruppi o partiti facendo capire di avere un grande seguito e in questo modo ottenere incarichi di partito fruttuosi economicamente. A Capo viene contestato il modo anche di porsi politicamente ad Agropoli. Il centro destra di Agropoli paga in termini politici la presenza di Mario Capo e per questo ora hanno deciso di tenerlo fuori. Addirittura ha perso a livello locale alle primarie di Fratelli D’Italia dove la gente ha votato Di Luccio e non lui. Lontano dal tavolo per il momento è stato tenuto anche Pasquale Di Luccio il consigliere comunale ex amico di Mario Capo e nonostante abbia un ruolo di opposizione è visto come molto vicino al sindaco Alfieri per la mancanza di opposizione durante il suo mandato.Anche Pasquale Di Luccio gode di incarichi politici e politicamente al centro destra non sembra affidabile. Mario Capo dalla sua prima candidatura 1990 ad oggi solo una volta è riuscito ad essere eletto in una lista civica,poi solo bocciature. Sergio Vessicchio