AGROPOLI

AGROPOLI,CITTA’ E PD ALLO SBANDO TORNA ALFIERI

I suoi giorni di ferie Franco Alfieri li trascorrerà al capezzale della sua creatura,della sua città che ha fatto crescere e tornare agli antichi spelndori.Per venti giorni il capo della segreteria del governatore della Campania Vincenzo De Luca cercherà di mettere a posto l’ormai banda brancaleone che governa la città di Agropoli.L’ha lasciata con l’arrivo del freccia rossa l’ha ritrova sporca,sedotta,abbandonata,senza ne capo ne coda,in balia delle onde e senza un gruppo unito che possa far quadrato rispetto alle critiche e agli attacchi peraltro giustificati visto quanto si vede quotidianamente. Alfieri cercherà di mettere un po di colla tra la giunta e i consiglieri,le due posizioni sono contrastanti e i mal di pancia ancora non sono passati in special modo per chi non ha avuto la possibilità di entrare nella giunta.Poi metterà mano nella complessa e ormai consolidata macchina burocratica che non segue più la politica ma è anarchica senza una guida.Il personale va guidato e ancora non si vede la prospettiva di dare a qualche assessore la delega al personale.Saranno giorni determinanti per pensare di completare le deleghe per la dottoressa Serra alla quale dovrebbe essere dato il commercio visto che le sue competenze sono poche e per un vice sindaco portatore di tutti quei voti le responsabilità devono aumentare.Alfieri vedrà tutti i consiglieri in separata sede delle due notti blu diventate uno spot negativo per la città,ma vorrà sapere il perchè della città sporca,del traffico imperante,della viabilità in balia delle onde Ma Alfieri dovrà verificare in special modo la tenuta dell’amministrazione perchè a due mesi dall’elezione già è in crisi e rischia di scoppiare con l’arrivo poi del commissario che azzererebbe un lavoro politico(non amministrativo) fatto in 10 anni. Rafforzare l’attuale coalizione di governo ed eventualmente se proprio Adamo Coppola non ce la dovesse fare andare al voto in maniera pilotata è l’obiettivo principale di Alfieri.La classe dirigente del Pd sta clamorosamente saltando ad Agropoli e questo preoccupa non poco Alfieri.Arrivare con un’amministrazione a brandelli come quella attuale alle prossime elezioni politiche sarebbe nocivo oltre misura.Tutto lo stato maggiore del pd Cilentano in questi venti giorni dovrà unirsi e programmare.L’onorevole Sabrina Capozzolo,il vice presidente della provincia Luca Cerretani e Franco Alfieri dovranno cercare di rimettere sui binari giusti l’amministrazione e il Pd  e non a caso la   posizione del segretario cittadino dei Dem è traballante. Valiante è alla finestra e un fallimento di Adamo Coppola ad Agropoli metterebbe in crisi non poco anche la leadership di Alfieri ben consolidata per il valore dell’ex sindaco di Agropoli ecco perchè Adamo Coppola deve cercare di non fallire.Ma ora è il momento di tenere alta la guardia per Franco Alfieri,rimettere insieme i cocci e fa ripartire Agropoli e il partito democratico.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.