AGROPOLI

AGROPOLI,CONTRIBUTI PER GLI AFFITTI I SOLDI SONO INSUFFICIENTI

municipio_agropoliAGROPOLI. Il Comune di Agropoli ha approvato la graduatoria relativa ai contributi per il canone di locazione anno 2015. Sono stati 64 i richiedenti il contributo per quanto riguarda la graduatoria di fascia “A”, ma solo 17 di questi ne sono risultati destinatari; a bocca asciutta sono rimasti invece gli altri 47. Se fossero stati accontentati tutti i partecipanti al bando, utilmente collocati in graduatoria, sarebbero stati necessari 73.500 euro, a fronte di un contributo regionale di soli 20.400 euro, che è stato impiegato solo per i primi 17 dell’elenco, che si sono visti riconoscere 1.200 euro a testa.
Due sono stati invece gli aventi diritto di fascia “B” che sono stati destinatari di 600 euro. Ulteriori 39 soggetti poi che ne avevano fatto richiesta sono rimasti esclusi a causa di documentazione incompleta.
Per la scelta, la commissione ha tenuto conto di una serie di parametri: «E stata data priorità ai concorrenti in base a provvedimento di sfratto e stipula nuovo contratto; nuclei familiari senza fonte di reddito; ultrasessantacinquenni; famiglie monoparentali; presenza disabili; numero componenti nucleo familiare. Facendo una somma tra tutti coloro che hanno fatto richiesta del contributo, pari a 105 persone, emerge un dato allarmante relativamente alla condizione di povertà di numerose famiglie che abitano nella cittadina cilentana. Ovviamente si tratta di un dato solo parziale, se si considera che molti non hanno fatto richiesta perché non erano informati di tale possibilità offerta dalla Regioneo perché incapaci di produrla, non essendo a conoscenza dell’iter. E se si pensa anche alle centinaia di persone che si recano alla Caritas locale per reperire viveri per sostentare la propria famiglia, emerge un dato davvero preoccupante che deve far riflettere.Andrea Passaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.