AGROPOLI

AGROPOLI,DOPO L’ENNESIMO INCIDENTE CITTADINI ESASPERATI A VIA BELVEDERE:”ORA BLOCCHIAMO LA STRADA”.POLITICI CONTRO I VIGILI URBANI

Dopo la morte del povero Nico Ruggiero avvenuta a via Belvedere la strada che porta a trentova,al saracino ma anche da zi fiore i residenti del posto stanno pensando di sottoscrivere un documento da portare al comune e addirittura stanno pensando di bloccare la strada.Sono esasperati,non dormono,sono sempre in pericolo di vita e non riescono a prendere pace.

 

Stanotte l’ennesimo incidente dopo una notte di corse,strombazzamenti e follie sfociata in una tragedia.Peraltro una tragedia annunciata. Perchè da tempo questa strada è segnalatissima per come è diventata oggetto di alta velocità per gente che si ubriaca,si droga,si diverte e fa le corse proprio come avviene sul lungomare san Marco,a Via Pio X e a via piave all’altezza del ponte del Testene per non parlare della strada che porta alle Mattine.Sono questi i punti critici sui quali l’amministrazione attuale,ma anche quelle passate,non hanno voluto prendere provvedimenti.Il comando dei vigili urbani è sotto tiro dei politici i quali indicano l’indice proprio contro i caschi bianchi per gli impedimenti a quelli che sono le indicazioni. Il flop dei vigili alla notte blu è la cartina di tornasole.Di fatto sindaco,giunta e consiglieri scaricano sui vigili urbani le cause del disastro,i vigili ritengono l’amministrazione debole,senza saper decidere e senza impostare il lavoro.Uno scontro istituzionale che sta portando all’immobilismo,ai feriti e ai morti,ormai troppi.

 

Ora i cittadini per cercare di far smuovere le acque stagnanti stanno pensando di bloccare via belvedere per fermare auto,moto e morti.Ma al di là delle responsabilità della gestione c’è l’inciviltà della gente.Corrono come i pazzi,non hanno rispetto di niente e mettono in difficoltà la maggior parte delle persone innocenti vittime di questo stillicidio.Ci vuole il pugno forte,ci vuole coraggio,scelte e competenze.Stiamo predicando nel deserto.E contiamo i morti invece di contare i soldi delle multe.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.