AGROPOLI

AGROPOLI,E’ SCONTRO SUL DOPPIO APPUNTAMENTO AL CASTELLO

UMBERTO ANACLERICO
UMBERTO ANALCLERICO

AGROPOLI. «Castello negato alla compagnia teatrale per permettere lo svolgimento di un matrimonio»: la denuncia è dell’attore agropolese UmbertoAnaclerico che racconta: «sabato sera al castello angioino aragonese era programmato lo spettacolo “Lasciami cantare una canzone” con Piero Pepe e Rosalba Alfano a cura dell’associazione culturale “Su il sipario” ma non si è potuto fare perché ci è stato detto, all’ultimo momento, che doveva celebrarsi un matrimonio. Lo spettacolo è stato poi spostato al parco pubblico di via Taverne». Il comico agropolese, polemizza con l’amministrazione comunale: «Per loro – dice – lo spettacolo si poteva fare dopo il matrimonio perché pensano che il teatro sia una pagliacciata, non sanno che è una cosa seria: c’è un’organizzazione, ci sono persone preparate e tecnici che lavorano». Sul caso interviene Mario Capo, di FdI: «L’amministrazione ha toppato programmando per lo stesso giorno, alla stessa ora, nello stesso luogo un matrimonio e uno spettacolo teatrale». Secondo Capo «la persona che non si accorge di una cosa così evidente dovrebbe essere immediatamente rimossa». E Palazzo di Città chiarisce: «Si tratta di un falso problema, un piccolo disguido, in quanto il matrimonio al castello era già stato programmato da tempo, si è svolto alle 16,30 ed è finito due ore dopo. La compagnia teatrale poteva quindi tranquillamente preparare lo spettacolo in quanto la cerimonia è finita alle 18,30 e lo spettacolo era invece alle 21,30. I due eventi potevano svolgersi tranquillamente in quanto c’era il tempo per entrambe le cose. La rassegna teatrale è curata da Anaclerico con l’appoggio dell’amministrazione comunale, la quale opera nel rispetto di tutti».Andrea Passaro