AGROPOLI

AGROPOLI,FERMI IL LAVORO DEL PONTE BOLIVAR,LA PROVINCIA CHE FA

ponte bolivarAGROPOLI. Sono sempre più precarie le condizioni del cavalcavia di via Bolivar ad Agropoli, dove non sono mai ripresi i lavori di messa in sicurezza.Gli stessi, iniziati lo scorso 7 gennaio, ad opera della Provincia, che avrebbero dovuto durare circa 15 giorni, risultano inspiegabilmente fermi al palo da circa due mesi.L’intervento programmato doveva consistere nel rifacimento delle quattro spallette del ponte, ma la ditta a cui la Provincia ha affidato i lavori, dopo aver operato una sorta di fondazione su uno dei quattro lati del ponte non ha più proseguito nell’esecuzione delle attività.Intanto il ponte, sul quale passa la provinciale 430, appare sempre più instabile: le pareti laterali si sono distaccate dal corpo centrale e risultano pericolosamente pendenti verso la strada, inoltre sono evidenti diverse lesioni sparse oltre ad una crepa, sulla parte destra, profonda diversi centimetri, nella zona adiacente il guardrail.La messa in sicurezza del cavalcavia, che sorge sulla strada parallela al lungomare San Marco, è attesa da quasi due anni: già nel maggio 2012, la Provincia, dopo un sopralluogo, aveva transennato l’area sottostante il ponte per pericolo di cedimento. Successivamente le transenne vennero rimosse per poi essere ricollocate un anno e mezzo dopo, nell’ottobre 2013. Un dilungarsi dei tempi di ripristino che oltre a mantenere interdetto l’accesso nella parte sottostante il ponte, crea preoccupazione anche per chi giornalmente percorre la Cilentana, già segnata da frane ed interruzioni. Un cedimento del cavalcavia non farebbe altro che aggravare una viabilità già seriamente compromessa.Andrea Passaro