AGROPOLI

AGROPOLI,FINISCE L’ERA ALFIERI,ADAMO COPPOLA SALE IN CATTEDRA: “NON RIMPIANGERETE IL SINDACO”

ADAMO COPPOLAAGROPOLI. Tra un mese esatto il vicesindaco di Agropoli, Adamo Coppola, prenderà le redini del Comune a seguito dell’uscita di scena programmata dell’attuale primo cittadino, Franco Alfieri, che entro il 10 aprile 2015 verrà dichiarato decaduto. Alfieri infatti, si è fatto multare per sosta vietata per essere dichiarato incompatibile e favorire il passaggio del testimone al suo vice, evitando il commissariamento. Coppola resterà in sella fino alle prossime elezioni della primavera 2016.

Tante le polemiche suscitate dall’escamotage trovato dal sindaco Alfieri per non far commissariare il comune di Agropoli.

C’è certamente un po’ di tristezza perché a breve non avremo più Alfieri in squadra, ma sappiamo che andrà a fare un percorso più importante. Nel contempo non possiamo permetterci l’arrivo di un commissario che avrebbe fermato tutte le attività. L’escamotage serve per continuare a lavorare e fornire servizi ai nostri cittadini.

Come farà, da sindaco facente funzione, a non far rimpiangere Alfieri?

Il confronto con Franco è difficile per tutti. La sua figura resterà nella storia della nostra città per tutto quanto ha fatto. Ma per me forse sarà meno difficile perché ho vissuto con lui questi otto anni e ogni attimo della crescita della città. Nella direzione da lui tracciata mi muoverò, sicuro che è quella giusta e tutto proseguirà in maniera ottimale.

Quali saranno le priorità?

Il mantenimento del livello dei servizi forniti e, se possibile, il loro miglioramento. In tutti i campi siamo già ad un buon livello, ma uno spazio di crescita c’è sempre. Proseguirà poi la crescita della città e la politica degli investimenti con il completamento delle opere iniziate.

Cosa cambierà rispetto alla gestione Alfieri?

Il percorso lo farò insieme con la giunta e il consiglio, oltre che con Alfieri, che comunque ci aiuterà nell’opera di cambiamento del paese, quindi in fondo cambierà poco.

Alfieri l’ha designata come suo successore. Il governo cittadino la sosterrà ora e magari anche nel dopo Alfieri per le prossime comunali?

Non ho fretta, oggi forse è inopportuno parlare di elezioni comunali. La designazione di Alfieri non può che rallegrarmi, ma ho piacere a trovare l’intesa con tutti, consiglieri e giunta. Quindi sarà una scelta condivisa, la nostra. Ma ora è prioritario supportare Alfieri nella sua corsa alle regionali.

C’è qualcosa che in questi anni di governo cittadino non è stato fatto e che vorrebbe realizzare?

L’unica macchia che ha guastato un po’ i nostri anni di gestione è stata la chiusura dell’ospedale. Se potessi, la prima operazione che farei è la sua riapertura. Ma sono convinto che con Alfieri alla Regione le porte del nosocomio cittadino si riapriranno».

Andrea Passaro (LA CITTA’)

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.