AGROPOLI

AGROPOLI,GLI UOMINI DELLA CAPITANERIA SALVANO UN’INTERA FAMIGLIA LA LORO BARCA ERA ANDATA IN AVARIA

 
AGROPOLI. Gli uomini dell’Ufficio Circondariale marittimo di Agropoli, diretti dal tenente di vascello (cp) Rosario Florio, sono stati ancora una volta impegnati in diverse operazioni di soccorso. Nella prima, un’unità da diporto a vela della lunghezza di circa 10 metri, con a bordo 4 occupanti di nazionalità svedese, a circa 2 miglia nautiche di distanza dalla costa e precisamente al traverso di Punta Fortino, del comune di Agropoli, a causa di una avaria al motore si trovavano in balìa delle onde. L’operazione di soccorso ha visto l’invio della motovedetta s.a.r. c.p. 855, la quale giungeva prontamente in zona operazioni per soccorrere i quattro malcapitati. Le operazioni venivano rese difficili dal calare della notte, ma grazie alla perizia marinaresca dei membri dell’equipaggio si riusciva ad individuare il bersaglio ed a fornirgli assistenza fino al rientro nel porto di Agropoli.La seconda operazione si è svolta nelle acque antistanti Punta Licosa, dove gli occupanti di una piccola unità da diporto (erano 4 gli occupanti a bordo provenienti da Salerno) a causa di una avaria all’apparato motore e all’incaglio dell’ancora, non riuscivano più nelle manovre di governo dell’unità con serio pericolo per l’incolumità individuale. Le condizioni venivano aggravate dal rapido peggioramento delle condimeteo con forti venti di maestrale e dal connesso panico degli occupanti che lanciavano un razzo rosso a paracadute. Anche in questo caso, veniva dirottata in zona operazioni la dipendente motovedetta s.a.r. c.p. 855 che giungeva in zona operazioni per soccorrere i 4 malcapitati e in aggiunta veniva disposto l’invio in zona di una ulteriore unità, denominata “Nonno Filuccio”, di stanza nel porto di Santa Maria di Castellabate. Anche in questo caso, il soccorso aveva esito positivo e l’unità veniva assistita e condotta foino al locale porto.Si raccomanda il numero 1530 per le emergenze in mare e si raccomanda, altresì, prima della partenza di verificare la perfetta funzionalità dell’apparato motore, la perfetta conoscenza del tratto di mare di navigazione e delle previsioni meteo.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.