AGROPOLI

AGROPOLI,GRILLINI E PD A PESCI IN FACCIA,CACCAMO ATTACCA SUGLI AUSILIARI DELLA SOSTA,COPPOLA RISPONDE: “SPECULA SULLE DISGRAZIE”

CONSOLATO CACCAMO 1AGROPOLI. «La selezione per reclutare gli ausiliari della sosta fatta per conto del comune di Agropoli dalla società interinale è stata aperta e chiusa nel giro di 48 ore»: a denunciarlo è Consolato Natalino Caccamo, del locale M5S che aggiunge: «posso affermarlo con certezza: perché sono stato io stesso a chiamare Gi Group, a cui il comune ha affidato le selezioni di 12 addetti alle aree di sosta, perché volevo candidarmi ma non mi è stato possibile perché le stesse dopo due giorni erano già chiuse. Un record: neanche il tempo di leggere i curriculum vitae…». Ieri, contattando l’ufficio salernitano dell’agenzia interinale hanno risposto che «le selezioni si sono concluse nel giro di una settimana, sono state chiuse lunedì scorso…».L’annuncio, che prevede l’assunzione per due mesi di 12 ausiliari per la sosta che dovranno prestare servizio part time, risulta inserito sul sito di Gi Group il 7 aprile: «Sono stati in pratica assunti – specifica Caccamo – gli stessi 12 addetti che lavoravano in precedenza con “Agropoli ADAMO COPPOLAservizi”, poi con Dbl Appalti, società assegnataria per due anni del servizio. Non c’è stata alcuna pubblicità da parte del comune sul suo sito istituzionale dove invece si dà notizia anche dell’intitolazione di un vicolo…».«È l’ennesima procedura clientelare – sottolinea il grillino – per i “soliti noti”, con tutto il rispetto per le persone che hanno lavorato, ma è la dimostrazione che in questo comune si fanno a stento procedure ad evidenza pubblica in modo che siano gestibili e manipolabili e possano andare a dire agli addetti selezionati che sono loro a farli lavorare. E visto che siamo pure a cavallo delle elezioni – precisa Caccamo – 12 persone selezionate equivalgono a 12 famiglie quindi almeno 50 voti».Secondo il candidato consigliere alle prossime regionali «gli amministratori avrebbero invece dovuto dare la possibilità a tutti di partecipare perché ci sono tanti padri di famiglia che, seppure si parla di soli due mesi di lavoro, avrebbero sicuramente partecipato».«La verità – aggiunge – è che si tratta dell’ennesimo escamotage, tra l’altro già anticipato dal vicesindaco Adamo Coppola in consiglio comunale, che va a margine della legge, il tutto per non fare un pubblico concorso con un’effettiva selezione. Così facendo – conclude – Gi Group si assume la responsabilità della selezione, ricevendo poi alla fine il pagamento della fattura dall’Agropoli Cilento Servizi, partecipata al 95% dal comune di Agropoli e al 5% dall’Unione dei comuni Alto Cilento».A replicare alle accuse del grillino è l’assessore al bilancio e vicesindaco Coppola, che a breve diverrà sindaco facente funzione al posto dell’attuale primo cittadino Franco Alfieri, che verrà dichiarato decaduto a fine mese. «Caccamo – dice Coppola – fa campagna elettorale utilizzando la cultura del sospetto e della denuncia, oltre a speculare vergognosamente sulla morte delle persone (il riferimento è all’incontro avuto da Caccamo nei giorni scorsi con i familiari di Luigi Renzi, l’operaio morto alcuni mesi fa mentre lavorava nel cantiere del Cineteatro “De Filippo”, ndr). «L’operazione da noi fatta per gli ausiliari della sosta – dice Coppola – è assolutamente trasparente. Il servizio in questione è stato affidato dal Consiglio comunale all’Agropoli Cilento Servizi, insieme a porto e farmacia. L’azienda speciale può assumere tramite agenzia interinale, non direttamente».«In un precedente affidamento del consiglio – spiega Coppola – l’azienda speciale consortile fece regolare gara per la selezione dell’agenzia che avrebbe dovuto fornire personale per l’ufficio tributi ed altri servizi: aggiudicataria risultò Gi Group. In una logica di estensione contrattuale pari al 20%, previsto dalla legge, l’azienda speciale ora ha affidato alla stessa anche la selezione degli ausiliari».E sulla mancata pubblicità sul sito del comune afferma: «la pubblicità c’è stata sul sito di Gi Group che è un’agenzia internazionale ed ha certamente più visibilità del sito istituzionale del comune». E sul fatto che saranno assunti i medesimi lavoratori Coppola replica: «è possibile, già hanno svolto il servizio perché già formate…».Andrea Passaro(la citta’)

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.