AGROPOLI

AGROPOLI,IL 12 MARZO IL SINDACO LASCIA E SI CANDIDA ALLA REGIONE

ALFIERI: “NON LASCERO’ MAI QUESTO TERRITORIO E AGROPOLI,VADO ALLA REGIONE PER ESIGENZA PRIMA DI OGNI COSA PER L’OSPEDALE,NON POTEVO LASCIARE  LA CITTA’ AD UN COMMISSARIO”

FRANCO ALFIERI TEATROIl prossimo 12 marzo, alle 15, la pubblica assise si riunirà per dare il via al procedimento che porterà  Alfieri ad essere dichiarato decaduto dalla carica prima del 29 aprile, data entro cui avrebbe dovuto dimettersi, dovendosi candidare al Consiglio regionale. Sarà una seduta di Consiglio comunale con unico argomento: “Contestazione causa incompatibilità al sindaco avvocato Francesco Alfieri per lite pendente”. Si tratta di un contenzioso che il sindaco ha acceso, di proposito, nei confronti del Comune da lui stesso amministrato, ormai da sette anni, per una multa elevata nei suoi confronti dalla polizia municipale.Uno strategemma per aggirare la legge attuale ed è lo stesso sindaco a confermarlo. «Si tratta di un escamotage – spiega Alfieri – per evitare i danni che deriverebbero dal commissariamento dell’Ente, per un anno. Non è solo una mia decisione, ma c’è una forte spinta popolare, che vuole che io vada ad occupare un posto alla Regione per risolvere i tanti problemi che ci sono sul territorio e sono stati causati, o comunque aggravati, da cinque anni di amministrazione regionale del centrodestra».L’operazione è stata analizzata nei particolari dall’attuale maggioranza ed è un passaggio che è stato compiuto per evitare il  commissariamento dell’Ente. L’altro obiettivo, non meno importante, è di gestire la cosa pubblica fino alle elezioni amministrative del 2016, dove Coppola sarà il candidato sindaco, appoggiato da Alfieri e dalla quasi totalità del Consiglio comunale.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.