AGROPOLI

AGROPOLI,IL COMUNE RIACCENDE L’AUTOVELOX MALANDRINO LE POLEMICHE

AUTOVELOX AGROPOLIMalandrino torna a mordere e questa volta lo fa con uno degli argomenti che più sono stati oggetto di critiche e di spunti negli ultimi tempi,l’autovelox.Questa la missiva con la quale ha chieseo e indirizzato l’amministrazione comunale di Agropoli che comunque con l’autovelox era riuscita a calmierare la lunga scia di sangue in un tratto pericoloso nel quale avevano perso la vita almeno 10 persone in pochi Km.Malandrino punta alla regolarità e addirittura chiede atteggiamenti ancora più severi da parte dell’ente.Questa la sua interrogazione: “Al Sig. Assessore al Bilancio – V.Sindaco
Al Responsabile Polizia Municipale
p. c. Al Signor Sindaco
Ai Signori Consiglieri
Loro Sedi
Oggetto: AUTOVELOX : Provvedimenti- Istutuzione Commissione Consiliare.
Il sottoscritto dott. Emilio Malandrino, consigliere comunale, nell’espletamento delle proprie funzioni,
PREMESSO CHE
• l’Autovelox installato ad Agropoli negli anni precedenti ha generato contenziosi e rilievi da diversi Organismi a carico dell’Ente;
• con protocollo di uscita del 9.2.2016 il Ministero dei Trasporti ha inviato per PEC sia alla Prefettura di Salerno sia al Comune di Agropoli una relazione di 12 pagine con 62 allegati che si concludeva attestando come l’apparecchiatura, sin dal 2014 a tutt’oggi, non era conforme al dettato normativo giacché non visibile;
• Il 10 maggio 2016, a firma del Dr. Cantone (Presidente dell’Anticorruzione), dopo 18 mesi di indagine, veniva deliberato , che tutta la gestione relativa all’autovelox é illegittima (compresa anche la gestione dei verbali nonché delle somme da recuperare con gli stessi , ritenendo, pertanto, il tutto totalmente illegittimo );
• la delibera su indicata è stata inoltrata a ben 2 Procure: una penale (Procura di Salerno) una contabile (Corte dei Conti).
• sembra palesarsi la volontà dell’Amministrazione, con precisa dichiarazione dell’Assessore al Bilancio, di rimettere in funzione l’apparecchio in oggetto con una nuova procedura di noleggio e con l’avvio di una nuova gara per l’affidamento del servizio;
• Resta immutata la volontà comune ed inequivocabile di tutelare l’incolumità degli automobilisti, se necessario, anche con limitazioni di velocità più restrittive delle precedenti;

• la previsione di bilancio fatta a fronte di introito da verbali elevati resta, a mio avviso, assolutamente discutibile e difficilmente realizzabile;
• con verosimile probabilità il Comune di Agropoli sarà soccombente sulla legittimità della riscossione delle cifre derivanti dai verbali contestati agli utenti;
• Per tutto ciò premesso,
CHIEDE
All’ ill.mo Sig. Vice Sindaco, prima di intraprendere altre attività che potrebbero portare conseguenze gravose sul piano contabile ed economico-finanziario:
1. voler istituire una apposita Commissione Consiliare allargata a maggioranza ed opposizioni per discutere e decidere se e quali provvedimenti più idonei adottare in merito;
2. voler valutare se, come a mio avviso opportuno, avvalersi di esperti in materia di Sicurezza stradale, appositamente prescelti, onde evitare ulteriori aggravi derivanti da oneri e contenziosi con ricadute sulle casse comunali ( Corte dei Conti e/o debiti al bilancio ) per deliberare, in maniera corretta, legittima, e soprattutto secondo tutti i canoni normativi previsti , una nuova re installazione dell’apparecchio Autovelox che, in precedenza, ha già prodotto notevoli polemiche e discussioni a danno anche dell’immagine dell’Ente e dell’Amministrazione da essa guidata.
3. Al Comandante della Polizia Municipale, condiviso in indirizzo, voler fornire allo scrivente copia integrale di tutta la documentazione relativa alla precedente gestione dell’ Autovelox comprese procedure di gara ed relativi affidamenti e compensi.”

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.