AGROPOLI

AGROPOLI,ISOLE PEDONALI SCONTRO AMMINISTRAZIONE VIGILI URBANI,SPACCATA ANCHE LA GIUNTA.SINDACO IN MINORANZA

“Siamo dipsonibili a qualsiasi soluzione ci prospetta l’amministrazione e la politica”.A parlare è il vice comandante Maurizio Cauceglia il quale aggiunge:”Abbiamo bisogno di un’integrazione del corpo da parte di nuove forze lavoro e di proposte da parte della politica ma fino a questo momento non abbiamo ricevuto nessun progetto e nessuna delibera a tal proposito.

Aspettiamo che ci arrivi qualche indirizzo politico in proposito,ripeto siamo aperti a tutte le soluzioni”.A confermare il tutto è anche il comandante Carmine Di Biasi sintonizzato,chiaramente,sulla stessa lunghezza d’onda con il suo vice a dimostrazione che il comando sulle isole pedonali ha le idee molto chiare”.Dalla politica solo timide promesse nascoste dietro “il dito” della mancanza di strade alternative a dimostrazione del fatto che questa amministrazione non vuole assumersi responsabilità e non vuole rogne burocratiche da smaltire per fare le iniziative.Il sindaco continua a ripetere che vuole aprirsi ad un dialogo sulle isole pedonali in special modo a san marco ma anche lui trova troppe resistenze all’interno della giunta municipale e dell’amministrazione ormai solidamente nelle mani dei privati che tengono per le palle giunta e consiglieri comunali cosa che non avveniva con Alfieri.Sono spaccati in tutto e su tutto.I vigili urbani sanno bene tutto questo e si sono posti sull’aventino aspettando quelle proposte che sanno non arriveranno mai.Si passa dal 25 aprile al 1 maggio,al 2 giugno e via dicendo.

Per chiudere un pezzo di strada cosa ci vuole?Un po di volontà cosa che non hanno ma non hanno nemmeno il coraggio di dire che non si deve fare cercando di galleggiare mentre la città soffre,il turismo langue,la gente se ne va.Oltre alla mancanza di spazi e di isole pedonali però non c’è nemmeno il controllo del territorio.Purtroppo i cittadini sono costretti a sorbirsi le auto dei vigili urbani con 4 unità dentro a consumare benzina a farsi lunghi giri senza concludere niente mentre potrebbero fare dei posti di blocco,varare iniziative per la corretta viabilità della città.Questo fu già oggetto di scontro lo scorso anno quando la politica e l’esecutivo ebbe da dire su questo atteggiamento dei caschi bianchi.L’assessore Santosuosso si fece sentire ma rimase a gridare nel deserto.Una spaccatura chiara ed inequivocabile tra le due posizioni.Sergio Vessicchio

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.