AGROPOLI

AGROPOLI,LA NOTTE BLU RILANCIA DUE DATE E TANTE SORPESE

ALFIERI E BENEVENTO HANNO PRESENTATO LA NOTTE BLU EDIZIONE 2014 E IL SINDACO HA TENUTO A PRECISARE CHE VUOLE RILANCIARE ATTRAVERSO IL TURISMO,LA MOVIDA E GLI ATTRATTORI NATURALI CON INVESTIMENTI MIRATI

AGROPOLI NETTE BLU

AGROPOLI. Il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, e l’assessore al commercio Eugenio Benevento hanno presentato i agli operatori commerciali locali, la programmazione per l’estate 2014. «Due, e non più una, saranno le date per la “Notte blu” – ha spiegato Benevento – l’11 luglio in centro ed il 31 sul Lungomare San Marco in modo da garantire l’evento in due diverse aree della città».Per quanto riguarda la movida è stato ribadito che «la musica dovrà cessare entro mezzanotte ma siamo pronti a rilasciare autorizzazioni per eventi particolari». E il sindaco Alfieri ha aggiunto: «ci sarà rispetto per il riposo ma le persone devono capire che Agropoli non è Lourdes quindi spazio ai giovani». Nello stesso tempo ha raccomandato ai pochi operatori presenti che «gli eventi siano organizzati a turno in modo di non accavallare più iniziative nella stessa zona e nello stesso momento».Alfieri ha confessato di voler fare del turismo la leva dell’economia della città. E per questo sono state avviate una serie di attività quali l’app su Agropoli, le spiagge pulite già da febbraio, un centro visite alla Masseria Trentova, infopoint che saranno aperti tutto l’anno nei vari punti della città (tra un po’ aprirà anche in zona San Marco), il servizio trasporto urbano diversificato che in estate sarà concentrato su Lungomare e Porto».Inoltre «si va verso l’acquisizione dell’area Trentova-Tresino con 30 km di percorsi naturalistici con discesa a mare; navetta marittima diretta verso le coste di Agropoli e Metrò privato Travelmar verso Amalfi; presa in carico dell’organizzazione del Presepe vivente, che era diventato appendice alla messa di mezzanotte». E ancora «eventi sportivi concentrati nel periodo ottobre–maggio per diversificare l’offerta turistica». Nel contempo Alfieri ha chiesto ai concessionari dei lilo sforzo di aprire già da aprile e maggio per creare un turismo non solo concentrato in 20 giorni ad agosto: «noi se potremo vi favoriremo con uno sconto sui tributi».Alfieri ha anche difeso la scelta di destinare una parte di spiaggia alle strutture ricettive: «Quelle delocalizzate non possono non avere uno spazio da destinare i propri ospiti. In più due spiagge saranno attrezzate dal comune e saranno di libera fruibilità». Un operatore ha proposto che il comune curi l’organizzazione degli eventi nel periodo “morto”, «lasciando a noi luglio e agosto». Proposta però bocciata dal sindaco.Andrea Passaro(LA CITTA’)