AGROPOLI

AGROPOLI,LA PROCURA INDAGA SUI FONDI A PIOGGIA DELL’UFFICIO TURISMO?ORA TREMANO IN MOLTI

Tanto tuonò che piovve.Secondo voci molto insistenti la procura della Repubblica starebbe indagando sui fondi a pioggia dati a poche associazioni operanti ad Agropoli.Nell’occhio del ciclone sarebbe finito l’ufficio turismo che ha dato attraverso determine( le chiamano così) soldi a poche associazioni.Sotto la lente d’ingrandimento della procura i 36.000 euro dati alla Pro Loco sviluppo Agropoli in soli 14 mesi ma non solo.Quelli forniti alla pro loco sono quelli che più sarebbero balzati all’occhio anche perchè un consigliere di minoranza della scorsa legislatura pare abbia mandato un dossier alla procura stessa a proposito del rapporto tra questa pro loco e i funzionari del turismo e i fondi dati.Voci di dentro sussurrano che anche qualche componente della pro loco stessa abbia fornito ulteriori dettagli agli inquirenti su questa ipotesi.Non sfugga la richiesta di carte e bilanci fatta da più di un componente della pro loco stessa per vedere chiaro nei conti e puntualmente disattesa.I vertici della pro loco mostrano tranquillità nel frattempo la stessa pro loco è chiusa non si fanno attività se non qualcuna in sintonia con dei privati(ferragosto)e questo è stato contestato all’interno,forse perchè ultimamente sono stati bloccati i fondi e non sanno fare niente senza soldi.La stessa pro loco avrebbe ottenuto i soldi per pagare gli artisti di strada della Notte Blu dell’altro giorno.I vertici della pro loco erano a conoscenza di questo?Nel mirino anche un protocollo d’intesa fatto nel marzo scorso tra il comune,la pro loco e gli operatori turistici.Pare sarebbero stati acquisite anche notizie relative alla presenza negli info point  e nelle biglietterie degli aliscafi di  persone facenti parte al forum dei giovani e alla pro loco ,le due associazioni fra l’altro hanno in comune la stessa sede in via Pio X messa a disposizione del comune.Per il momento nessuna notizia relativa ai 30.000 euro dati al carnevale sulla cui supervisione c’è un consigliere comunale ma secondo i soliti bene informati anche su questo la procura avrebbe messo gli occhi.La delibera sarebbe stata fatta dalla giunta e riguarderebbe anche la copertura delle spese di un capannone per l’effettuazione dei carri.Se c’è l’inchiesta saranno gli investigatori ad appurarlo.Intanto sul rapporto tra la pro loco e l’ufficio turismo,il carnevale e un consigliere comunale si sta facendo un gran parlare anche perchè se vengono poi fuori queste vicende si capisce bene cosa sia accaduto in comune nei rapporti tra funzionari,assessori,consiglieri e persone che gironzolano intorno per “campare” con i soldi del comune.Il problema c’è inutile nasconderlo,il sindaco Adamo Coppola che conosce tutte queste dinamiche dia discontinuità a questi rapporti anche perchè poi la procura prima o poi viene a conoscenza di tutto.Dia un segnale di cambiamento e apra alla città.La corda si sta spezzando non tiratela ancora.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.