AGROPOLI

AGROPOLI,L’AGGUATO A CAVALIERE E LA BALLATA DEGLI SCIACALLI

macchina 4I carabinieri stanno indagando a 360 gradi sul fattaccio del 4 gennaio scorso a trentova quando l’ingegnere Francesco Cavaliere persona integerrima e rispettata da tutti è stato vittima di un attentato inquietante.La sua auto è stata data fuoco e il suo terreno con la sua proprietà hanno subito dei danni notevoli.Le forze dell’ordine sono sulle tracce dei malviventi che hanno messo a soqquadro i beni di Cavaliere e lo hanno interrogato a più riprese. Si tratta di un atto sicuramente intimidatorio sul quale gli inquirenti stanno cercando di dare delle risposte.Siamo stati i primi a denunciare il drammatico episodio e lo avremmo fatto ancora per la gravità del fatto e per la signorilità di Francesco Cavaliere il quale ancora oggi non riesce a darsi una spiegazione del terribile agguato.Fatta questa premessa ci preme sottolineare che purtroppo,e come ormai capita da qualche tempo,ogni cosa che succede  ad Agropoli  è frutto di strumentalizzazioni da parte di un gruppo di sciacalli che soggiorna da tempo ad Agropoli e dopo averne”rosicchiato” pure le ossa ora sono  passati al contrattacco pur di infangare la capitale del Cilento e chi la vive. Non passa un giorno o un’ora che la città non venga aggredita da atti di sciacallaggio pure da chi prima otteneva ed ora non ottiene più.Ebbene ora si sta cercando di far passare addirittura l’aggressione ai terreni di Cavaliere come atto intimidatorio verso lo stesso per costringerlo ad abbandonare o a vendere per chi sa quali interessi.Questo è grave.Il tutto va a discapito delle indagini dei carabinieri e  butta volutamente un allarme ingiustificato solo per trarne benefici o politici o di becera vendetta personale.Siamo alla delinquenza intellettuale condita di cattiveria e chi la sta facendo è sullo stesso livello di chi ha attentato ai beni dell’Ingegnere. E’ evidente che andare avanti in questo modo si rischia di andare allo scontro e a quel punto nessuno si tira indietro.Non possiamo permettere che quattro deficienti intellettuali  possano ogni giorno continuare ad infangare Agropoli in  maniera gratuita.La città ha fatto enormi miglioramenti,tanto c’è ancora da fare,ma vederla screditata in ogni contesto da gente che parla solo per interessi personali o risentimenti personali fa male molto male.E’ anche vero che la loro credibilità è sotto lo zero ma questo non deve far abbassare la guardia. Le denunce pubbliche  su fatti che non vanno si devono fare servono da stimolo e da pungolo ma gli atti sciacallistici vanno abiurati e stigmatizzati. Gli sciacalli continuassero a ballare non gli resta altro.Sergio Vessicchio

QUESTO IL SERVIZIO GIORNALISTICO EFFETTUATO DA CILENTO CHANNEL

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.