AGROPOLI

AGROPOLI,L’ASSOCIAZIONE VITTIME DELLA STRADA CHIEDE PIU’ AUTOVELOX

AUTOVELOX AGROPOLI 1AGROPOLI. Dopo le polemiche degli ultimi giorni sull’autovelox della discordia piazzato tra le uscite Agropoli sud e nord, a scendere in campo a favore dell’apparecchiatura è l’associazione Aifvs onlus (Associazione italiana familiari vittime della strada). «La velocità – spiega la responsabile Teresa Astone – è uno dei fattori principali che modificano l’esito di un incidente determinandone la gravità. È per questo motivo che la sede Aifvs Cilento e Salerno è a favore di un’azione specifica con un sistema di controlli che, utilizzando anche strumentazione fissa e mobile, consenta di svolgere un’efficace attività di prevenzione». L’associazione chiede che sulla SP 430 tra Agropoli Sud e Agropoli Nord, «le postazioni fisse, vengano integrate anche da postazioni mobili che consentano, dove possibile, il fermo immediato del veicolo ed una pattuglia a valle che sanzioni gli “sfanalatori”, (considerando la Cilentana, strada della morte)». «Segnalo – precisa – anche il tratto di strada urbana, lungomare San Marco, suggerendo di adottare un limite di velocità di 30 km orari, auspicando una contestuale risistemazione dell’infrastruttura per stimolare nel conducente la percezione di un’andatura moderata. Per migliorare la credibilità e la dignità della segnaletica auspichiamo immediati interventi ed una più attenta verifica dell’intera rete viaria. Non si tratta di facoltà, ma di obbligo». «Le forze dell’ordine – conclude – dovrebbero segnalare agli amministratori la presenza di segnaletica pericolosa o incoerente».Andrea Passaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.