AGROPOLI

AGROPOLI,LE NAVI DA CROCIERA CHIEDONO DI ENTRARE AL PORTO

ALISCAFOAGROPOLI. Inserire il porto turistico di Agropoli nel circuito crocieristico: è questo il progetto dell’amministrazione comunale, da realizzare nei prossimi mesi. L’agenzia di navigazione “Della Corte & C. srl” ha protocollato la richiesta di verificare la possibilità di approdo in banchina della motonave “La Belle de L’Adriatique” per inserire il porto di Agropoli quale scalo per la stagione crocieristica 2015/2016. La motonave battente bandiera belga, ha dimensioni 110,65 metri di lunghezza per 11,9 metri di larghezza con pescaggio di 2,5 m (…) ed è adibita per il trasporto di 198 passeggeri e 48 membri di equipaggio che, in caso di verifica affermativa della possibilità di approdo in banchina, «sarà concretamente valutata la possibilità di inserire il porto in un complessivo numero di circa venti scali nel periodo tra ottobre 2015 ed aprile 2016».Ad Agropoli il turismo costituisce il principale settore in grado di determinare lo sviluppo economico del territorio.CONTINUA

«Le condizioni per l’operazione – spiega l’assessore al porto e demanio Massimo La Porta – ci sono in quanto si tratterà solo di operare un livellamento in acqua per lo spostamento della posidonia che si accumula nei pressi del molo di sottoflutto. Quanto alle dimensioni, il molo misura 100 metri ed ha un pescaggio di 4 metri quindi la motonave può tranquillamente attraccare. Ci saranno almeno 20 scali in un periodo di bassa stagione e la nave permarrà in porto dalle 8 alle 24 favorendo un afflusso turistico che sicuramente farà bene all’economia della città».« A breve – sottolinea – il porto potrebbe ospitare navi da crociera anche più grandi con la realizzazione del progetto di finanziamento di 8 milioni di euro per operare il dragaggio e l’allungamento del molo di sopraflutto di 60 metri. Operazione quest’ultima che porterà ad un pescaggio di 9 metri». Un passo in questo senso potrebbe favorire uno slancio in avanti per la cittadina cilentana che potrebbe divenire appetibile anche per ulteriori agenzea di navigazione che sceglierebbero di fare tappa nel porto di Agropoli favorendo così un continuo flusso turistico che farebbe sicuramente bene all’economia del territorio. Per questi motivi l’esecutivo ha dato mandato al Responsabile dell’Area Lavori Pubblici, Porto e Demanio di verificare le condizioni tecniche e di sicurezza dei fondali.Andrea Passaro (la citta’)

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.