AGROPOLI

AGROPOLI,L’OPPOSIZIONE ARRINGA PRONTO UN NUOVO COMUNICATO STAMPA

comune di AgropoliAl Signor Sindaco
Ai Signori Consiglieri
e p.c. S.E. Sig. PREFETTO – Salerno

Loro Sedi
Oggetto: AGROPOLI CILENTO SERVIZI: BANDO PER LAVORO INTERINALE.
I sottoscritti avv. Vito Rizzo, dott. Emilio Malandrino, ing. Agostino Abate, consiglieri comunali, nell’espletamento delle proprie funzioni,
Premesso che:
A seguito di Relazione Tecnica del 15/06/2016 l’AGROPOLI CILENTO SERVIZI individuava i propri fabbisogni di personale a decorrere dalla data dell’1/08/2017 al 31/12/2018;
Nella stessa il direttore generale, Dr. Fabio Giacomini, alla luce degli indirizzi ricevuti dall’Amministrazione comunale, individuava suddetto fabbisogno in n. 12 unità di personale da individuare mediante ricorso a servizio di lavoro in somministrazione a tempo determinato;
Che con determina n. 69 Reg. Gen. del 13/07/2016 a firma del Responsabile servizio CUC dell’Unione dei Comuni Alto Cilento, Ing. Agostino Sica, venivano approvati gli atti di gara per l’affidamento del servizio di somministrazione di lavoratori a tempo determinato all’Azienda Speciale Agropoli Cilento Servizi per un importo complessivo di € 532.000,00 esclusa IVA e margine d’agenzia;
Che tenuto conto dell’entrata in servizio con decorrenza 01/08/2017 sussistono i tempi per l’espletamento di una procedura di selezione concorsuale nel rispetto delle disposizioni normative e dei principi di cui al D.Lgs. n. 165/2001 e s.m. e i.;
Che il ricorso al servizio di somministrazione di lavoratori a tempo determinato, oltre che elusivo dei limiti di spesa imposti per il costo del personale da parte della P.A., rappresenta una soluzione antieconomica e uno strumento di controllo sui lavoratori, frutto di evidenti logiche clientelari anche in considerazione della scadenza elettorale della prossima primavera;
Per tutto quanto premesso ,
INVITANO E DIFFIDANO
L’Azienda Speciale AGROPOLI CILENTO SERVIZI, il Comune di Agropoli, quale socio maggioritario della stessa, l’Unione dei Comuni Alto Cilento quale socio minoritario della stessa, il responsabile del servizio di Centrale Unica di Committenza a revocare in regime di autotutela gli atti di gara e, laddove ne ricorrano i presupposti di legge, a disporre una corretta e trasparente procedura concorsuale ai sensi dell’art. 97 Costituzione.
Agropoli 04 agosto 2016
Distinti saluti
avv. Vito Rizzo

dott. Emilio Malandrino
ing. Agostino Abate

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.