AGROPOLI

AGROPOLI,MAUTONE IPNOTIZZA CON IL SUO LIBRO AL SETTEMBRE CULTURALE,NON ERA FACILE DOPO SGARBI

mautone castello Davanti ad un folto uditorio Bruno Mautone, nell’ambito della importante rassegna culturale “Settembre al Castello” giunta alla nona edizione, che si svolge presso l’antico maniero di Agropoli, ove quest’anno partecipano autori celebrati a livello nazionale, quali Sgarbi, Toni Capuozzo, Nuzzi, Caprarica…, ha presentato il suo nuovo volume dedicato al cantautore Rino Gaetano. Nel saggio “Chi ha ucciso Rino Gaetano?”, edito da Revoluzione Edizioni, l’avvocato e già primo cittadino di Agropoli, sostiene che l’incidente stradale che il 2 giugno 1981 costò la vita all’artista calabrese presenta nelle dinamiche e nelle ricostruzioni tanti punti mai chiariti. Palese dimostrazione di tale aspetto, ha evidenziato, è rappresentata da una interrogazione parlamentare rivolta al Governo Forlani, in carica all’epoca, con la quale a poche ore dal sinistro due senatori invocano spiegazioni sulla prematura morte del cantante. L’Esecutivo risponderà in ritardo e in modo assai lacunoso, la risposta affidata al ministro Renato Altissimo non chiarirà gli aspetti oscuri della drammatica vicenda anzi, chiosa Mautone, li amplifica e li moltiplica. L’avvocato salernitano poi si è soffermato su vari brani di Rino Gaetano, taluni anche poco conosciuti e comunque poco trasmessi a suo tempo, spiegandone in modo convincente i significati, rapportandoli a dichiarazioni e interviste del cantautore, passate inosservate. Soffermandosi proprio su dichiarazioni rese ai giornali da Rino Gaetano, Mautone dimostra che è assolutamente falsa la concezione del “non sense” applicata ai brani gaetaniani da tanti giornalisti e critici musicali. Mautone recupera intervista nelle quali, invece di rispondere a tematiche prettamente musicali, il cantautore parla di Bastogi, di Montedison, degli Agnelli, dell’affaire e scandalo SIR (tangenti ai politici con pesanti implicazioni di Andreotti), di massoneria e di tanti altri temi . Proprio rapportandosi alle dichiarazioni pronunciate direttamente da Rino Gaetano si arriva ad interpretarne in modo finalmente compiuto le canzoni ed emerge il coraggio di questo artista scomparso a soli 30 anni e si conferma che i suoi testi erano formidabili attacchi al Potere, che spesso, troppo spesso, agisce nell’ombra.L’assessore Francesco Crispino e l’onorevole Guido Milanese hanno presentato e introdotto Bruno Mautone sottolineando gli interessanti temi affrontati nel libro ed evidenziando che è diventato un bestseller, sottolineandone, altresì, la scorrevolezza e piacevolezza di lettura. piacevole e affettuosa è stata la reazione del folto pubblico presente alla esposizione che Mautone ha rivolto ad alcuni temi del suo recente libro. Del resto gli argomenti trattati sono fatti della storia recentissima d’Italia, sono di stretta attualità e, inoltre, bisogna sottolineare le capacità espositive dell’autore, con un linguaggio chiaro e finanche appassionante, rende molto interessanti le descrizioni e i richiami di tanti episodi richiamati dai brani di Rino Gaetano.Alla fine tutti contenti, l’assessore Francesco Crispino si è detto soddisfattissimo per la riuscita presentazione e finanche il tempo, che minacciava pioggia, è stato clemente, permettendo ai presenti di seguire sino all’ultimo le riflessioni dell’autore. Insomma lunedì sera una bella serata libraria-culturale si è svolta nelle antiche mura del castello di Agropoli.mautone castello 1

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.