AGROPOLI

AGROPOLI,MOVIMENTO 5 STELLE NEL CAOS TRA PRESUNTE MINACCE E FALSE ACCUSE DI DI BATTISTA

INCHIESTA SULLE PRESUNTE TELEFONATE A CACCAMO FERMA AL PALO.MOVIMENTO SPACCATO AD AGROPOLI,SOTTO ACCUSA I PARLAMENTARI DI BATTISTA,DI MAIO,TOFALO REI SECONDO UNA PARTE DEI PENTASTELLATI DI FAVORIRE CACCAMO E SFRUTTARE AGROPOLI PER IL LORO WINTERTOUR CHE GLI CONSENTE DI PRENDERSI PER INTERO LO STIPENDIO DELLA CAMERA

caccamo di battista

Agropoli.Che fine ha fatto l’inchiesta sulle presunte telefonate di minaccia al grillino di Agropoli Consolato Caccamo. Sono reali oppure la solita boutade per fare rumore e farsi pubblicita’. A cavallo tra Natale e Capodanno Consolato Caccamo(non si tratta di un parente del noto comico) ha denunciato di aver ricevuto due telefonate di minaccia e la procura avrebbe aperto un’inchiesta. Per dare man forte al grillino trafugo del partito di Gianfranco Fini prima e del partito di Pierferdinando Casini poi prima di entrare nel gruppo dei 5 stelle erano venuti ad Agropoli(foto) alcuni  deputati pentastellati  Di Battista,Tofalo,Di Maio vice presidente della camera e altri buttando fango e veleno su tutta la città di Agropoli. In special modo Di Battista appellò gli agropolesi con tutti gli epiteti possibili,la cosa passò quasi inosservata per la mancanza di seguito. Sanno tutti che quel giorno quei deputati erano ad Agropoli per il wintertour si tratta di un giro di comizi che i grillini fanno per giustificare i soldi che percepiscono a fine mese,2.5000 euro sono quelli che prendono e poi giustificano il resto raccontando chiacchiere alla gente sotto i gazebo e quindi lo stipendio da parlamentare lo inntascano interamente. Mettono in moto una macchina del fango contro tutto e contro tutti. Nella fattispecie sostenevano il “povero” Caccamo che aveva subito minacce.Successivamente l’altra parte del movimento 5 stelle di Agropoli,i gruppi sono spaccati e si detestano uno con l’altro,hanno contestato la venuta dei parlamentari grillini ad Agropoli ritenendo che non c’erano i presupposti perchè Caccamo secondo gli stessi cerca solo notorietà e pubblicità per ottenere candidature e posti privilegiati e che non può avere nessuna minaccia perchè non fa nessuna interrogazione,non opera e non si tratta di un grillino attivo ma lo ritengono in sintonia  con il palazzo agropolese visto che è stato candidato nelle liste dell’attuale sindaco di Agropoli. Dell’inchiesta non si è saputo più nulla,Caccamo non ha più fatto denunce e non ha ricevuto telefonate.I deputati sono arrivati ad Agropoli hanno buttato il solito fango su Agropoli hanno giustificato i 14.000 euro che prendono come deputati  e si sono dileguati alla ricerca di notorietà in televisione come Di Battista o Di Maio.Intanto la spaccatura a livello locale è evidente,i gruppi grillini oltre ad essere assenti,non fanno politica,non operano e non fanno nessuna opposizione,si beccano solo uno con l’altro. Aspettano forse altre telefonate anonime  per convocare ancora Di Battista e compagni  per giustificare lo stipendio dei loro parlamentari visto che sono politicamente dei nullafacenti o urlatori di professione.Sergio Vessicchio