AGROPOLI

AGROPOLI,ORTOLANI CONTESTA ANCORA I LAVORI AL LIDO AZZURRO MA E’ NATA UNA SPIAGGIA STRAORDINARIA,SMENTITO

SPIAGGIA LIDO AZZURROAGROPOLI. Il professore Franco Ortolani lancia nuove accuse sui lavori anti erosione nell’area del Lido Azzurro, ad Agropoli. «Nel novembre scorso – ricorda il docente di geologia dell’Università Federico II di Napoli – scrissi alcune note circa l’originale intervento di difesa costiera in via di esecuzione in sinistra del fiume Testene. Nella seconda metà di dicembre c’è stata la prima mareggiata, nemmeno tanto potente, che ha evidenziato, purtroppo, come le mie previsioni erano giuste in quanto scientificamente sostenute da dati che avrebbero dovuto “ispirare” anche i progettisti delle originali opere di difesa simili ad un porto furbo a cui l’amministrazione comunale sembra tenere molto. Le modificazioni negative – secondo Ortolani – si accentueranno con le prossime mareggiate creando nuove situazioni irreversibili. Mi permetto di sottolineare che l’intervento è peggiorativo rispetto alla situazione primitiva».Ortolani alcune settimane fa aveva annunciato «le modificazioni delle onde che avrebbero impattato sulla costa, in seguito agli effetti prevedibili connessi alle nuove strutture emerse»; che la spiaggia del Lido Azzurro sarebbe stata «investita comunque dalle onde le quali avrebbero innescato una erosione e conseguente trasporto irreversibile dei sedimenti verso il Testene e verso il promontorio del Castello». Secondo Ortolani, «andava realizzato un oculato intervento di ripascimento duraturo con sedimenti dello stesso tipo di quelli esistenti e di granulometria adeguata. Il ripascimento duraturo avrebbe immediatamente difeso l’ambiente antropizzato retrostante la spiaggia e garantito una ampia spiaggia balneabile come lo era nelle decine di anni precedenti. Il ripascimento duraturo – a detta del noto geologo – sarebbe costato circa la metà rispetto al costo delle originali difese».Il dato di fatto oggi, a lavori quasi conclusi, è che una lingua di arenile, la parte a sinistra della foce del Testene, si è trasformata in una spiaggia ampia, dieci volte più grande rispetto al passato.Andrea Passaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.