AGROPOLI

AGROPOLI,OVERTIME FOCUS SULL’INDIMENTICATO GIANFRANCO TORRE

GIANFRANCO TORRELa sezione cortometraggi del concorso “Il Calcio con i tuoi occhi”, nell’ambito della manifestazione “Overtime – la vita oltre il calcio” 2015 ha   intitolata ad un giovane calciatore, ad un ragazzo dal viso pulito che ci ha lasciati troppo presto.
Incarnava i Valori che l’Associazione vuole trasmettere, quelli che, ne siamo certi, ispireranno le opere che ci perverranno.

GIANFRANCO TORRE (24.02.1980 – 24.03.1997)

A 7 anni la sua prima squadra, la Libertas Agropoli, per tre anni.
Poi 2 anni con la scuola calcio ‘Agostino Di Bartolomei’ a S.Maria di Castellabate. E poi la DLF di Agropoli.
I sogni di Gianfranco sono nati qui. Su campi sterrati. Con il sorriso e la gioia di rincorrere un pallone.
Poi la grande opportunità (1995), il passaggio al Settore Giovanile della Salernitana.
Serio, umile, una passione per il calcio unica. Senza tralasciare gli studi. Al liceo scientifico primeggiava con ottimi voti. In campo la sua presenza non passava inosservata. Rispettoso con tutti, dal tratto gentile, sul terreno di gioco sfoderava interventi decisi e maturità calcistica. Il sorriso, sempre.
Dal 1997 ci manca la sua presenza fisica, ma ci sembra di averlo sempre accanto a noi, un passo dietro di noi. E quando ci volgiamo a guardarlo, ci rassicura la sua espressione serena. Se oggi vale ancora la pena di profondere la nostra energia per il calcio, è anche per rendere onore ad un ragazzo speciale, dolce, che troppo presto ha lasciato il profumo inconfondibile di un prato verde.
Ad Agropoli, oltre ad un torneo di calcio categoria pulcini a lui dedicato, gli hanno intitolato un campo di calcio. Ed ogni anno i suoi compagni di squadra si ritrovano e giocano a pallone, insieme, ‘gli Amici di Gianfranco’

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.