AGROPOLI POLITICA

AGROPOLI,PAOLA MANGONE VATTENE VIA LASCIA IN PACE QUESTA CITTA’,ORA BASTA,APPELLO A FRANCO ALFIERI

Il santo in paradiso che la protegge,incapace,invisa a quasi tutta la macchina comunale del comune di Agropoli.E’ al sesto fallimento di fila tra estati e natali organizzati da quando l’organizzazione va in mano a lei.Paola Mangone è in paradiso a dispetto dei santi.In mano a lei passano tutti i soldi del turismo di Agropoli e i risultati sono sotto gli occhi di tutti spesi tutti in maniera maldestra .Non c’è una cosa che si possa definire buona.Il sindaco,poverino,la tiene sulle palle è noto e non solo lui ma tutto l’entourage del primo cittadino il quale  è costretto a digerirsela sempre per spirito di riconoscenza a chi gli fa fare il sindaco che come è ben noto non sono i cittadini di Agropoli ma Franco Alfieri il sindaco,l’uomo,il politico al quale questa città deve sempre un grande ringraziamento per 10 di immenso e duro lavoro di crescita.Uno dei migliori sindaci della storia agropolese. Ed è a luci che ci rivolgiamo affinchè tolga alla città di Agropoli Paola Mangone.

Tante volte abbiamo parlato,discusso con Franco e siamo sempre giunti al patto di non doverne evidenziare l’incapacità e le scelte peregrine di questa Paola Mangone. Ora però il colmo si è superato e il fondo è stato raschiato.Solo ad un individuo Paola Mangone fa arrivare 50-60 mila euro all’anno e non si capisce il perchè. Non c’è spartizione di danaro  tra Paola Mangone è il soggetto e in questione,non c’è nessuna prova e quindi lo escludiamo.Il suo amante non può essere prima perchè Paola Mangone sotto questo aspetto è una donna seria e poi perchè il soggetto in questione è un  noto ricchione con qualche copertura di qualche sguattera che lo copre guadagnando soldi ,noto amante del presidente di un un’altra associazione di giovani sovvenzionata dal comune di Agropoli anche lui si copre con una fidanzata la quale poi è noto che lo va cornificando in tutto il Cilento.

 

Ebbene qui ballano 100.000 euro di soldi dei contribuenti 65.000 arrivano dalla regione e il resto lo mette il municipio di Agropoli.Mica è possibile tutto questo?Ci rivolgiamo a Franco Alfieri perchè dirlo a Coppola è inutile è un muro di gomma e poi non può parlare perchè deve fare quello che dice Franco Alfieri.Alfieri deve mettere la parola fine a questo andazzo.Deve lasciare Paola Mangone alla regione e portarsela al comune di Capaccio Paestum e deve,una volta per tutte,fare in modo che i vari Coppola,Franco Crispino persona che stimiamo oltre ogni limite per la serietà e la bontà di cui è portatore,l’ex segretario del partito Alberto Sorrentino,non diano più soldi e organizzazione in mano all’accattone perchè in questo modo la città sta scivolando nella merda,le manifestazioni stanno perdendo senso e sostanza perchè sono la copertura  per foraggiare il nullafacente buono a nulla anzi bravo solo a fottere denari con chi sa quali espedienti ai politici di turno.Questo accattone prende soldi dalla regione grazie a Paola Mangone,grazie ad Adamo Coppola e ad altri.Dovete subito togliere questo reddito di nullafacenza a questo buono a nulla che ha mortificato tutta la storia di Agropoli arricchendosi con i soldi della gente che gli vengono versati.Va mangiando gratis alle sagre con la scusa di  ridicoli video proprio come gli accattoni, il livello è “Peppe di Rutino”.I cittadini di Agropoli oltre a subire il danno dello scippo di danaro da versare a questo soggetto entrato nelle grazie di chi governa la città,vengono mortificati nell’immagine squalificante che offre.Sergio Vessicchio