AGROPOLI

AGROPOLI,PARLA ALESSANDRO LANCELLOTTI: “NON SONO SUCCESSE BOTTE ABBIAMO CURATO PIO PER 30 ANNI”

alessandro lancellotti“Dopo che l’ho aiutato per tutta la vita io e mia moglie lo abbiamo curato nei minimi particolari siamo stati anche tacciati di aver commesso cose mai fatte. Durante il funerale hanno cambiato la serratura e non abbiamo potuto prendere nell’appartamento la nostra roba. Per circa trent’anni abbiamo curato Pio che ci voleva bene e mai abbiamo approfittato di niente per noi era un familiare  e se sentisse queste cose si rivolterebbe nella tomba. Ora saremo noi a fare una dettagliata denuncia ai carabinieri nella quale diremo le cose come stanno”. Queste le parole di Alessandro Lancellotti bravissima persona conosciuto da tutti come un giovane affidabile e pieno di vita. Il dopo funerale è stato ricco di colpi di scena.Non sono arrivati alle mani che avevamo detto precedentemente.Tutti sanno in che modo ha curato Pio il vecchietto i cui funerali si sono svolti nel pomeriggio ed è di opinione pubblica la sua benevolenza nei confronti del vecchietto e della moglie quando era in vita,la chiosa finale è durissima da parte di Alessandro Lancellotti: “Quando è morta la moglie di Pio si sono presi tutto e noi non abbiamo obiettato e abbiamo continuato a curarlo spesso anche a spese nostre.Mia moglie si è sentita male ecco perchè è arrivata l’ambulanza,nessuno mi ha picchiato ci mancherebbe è stata solo una voce che si è diffusa nulla più.Siamo addolorati per la morte di Pio e per il triste epilogo”.