AGROPOLI

AGROPOLI,PER IL MOMENTO L’AUTOVELOX RIMANE IN STAND BY

AGROPOLI. «L’autovelox, risistemato qualche giorno fa sulla Cilentana dal comune di Agropoli, non verrà attivato, almeno per ora». Ad affermarlo è il sindaco di Agropoli, Adamo Coppola, che aggiunge: «Non abbiamo alcuna fretta, a differenza di quanto sostiene qualcuno, nel riattivare l’apparecchiatura per il controllo della velocità, sulla Cilentana. In vista della gara di appalto, che affideremo tra alcuni mesi, stiamo semplicemente effettuando delle prove – precisa – di concerto con la Provincia, al fine di trovare il luogo maggiormente efficace nel quale piazzare l’apparecchiatura per rallentare i veicoli in transito, e farla permanere nel tempo. Siamo valutando quindi anche altri punti pericolosi e altre soluzioni».
Il comando di Polizia municipale, di concerto con il primo cittadino, sta studiando soluzioni alternative alla sola apparecchiatura fissa. L’ipotesi accarezzata è quella di noleggiare un’apparecchiatura mobile, da piazzare su una delle auto dei vigili urbani. In questo modo un’auto “civetta” avrebbe la possibilità di rilevare infrazioni in modalità dinamica: mentre l’autovettura è in movimento le telecamere sarebbero in grado di rilevare l’eventuale sforamento del limite di velocità e quindi sanzionare l’automobilista indisciplinato. Altra ipotesi è che vengano installati due autovelox: uno fisso, che molto probabilmente verrebbe riposizionato sulla Cilentana, tra gli svincoli Sud e Nord di Agropoli; un altro, mobile, da impiegare, all’occorrenza, nelle arterie di maggiore afflusso di veicoli e con maggiore tasso di pericolosità.
Al momento si tratta solo di ipotesi, ma l’apparecchiatura mobile, ad esempio, potrebbe essere molto utile perché andrebbe a combattere anche la problematica delle corse automobilistiche e motociclistiche che si svolgono in alcune aree cittadine, specie di notte, in particolare sul lungomare S. Marco, già teatro in passato di investimenti che hanno portato al decesso di pedoni, e in via Pio X.
Nei giorni scorsi il comune cilentano ha pubblicato il capitolato di gara per l’appalto in questione: avrà la durata di 24 mesi. L’importo complessivo a base d’asta è pari ad 621.691,90 euro Iva esclusa per 12 mesi, oltre 6.216,92 euro per oneri di sicurezza. Il valore calcolato sulla base dei 24 mesi del contratto è di pari ad 1,2 milioni di euro circa oltre oneri di sicurezza. Tale importo viene fuori ipotizzando un numero di 51.500 verbali all’anno ivi compresi i verbali in giacenza e non ancora trattati. L’oggetto dell’appalto consiste, in particolare, in: attività di pre-notifica verbali di contestazione; attività di post-notifica; monitoraggio incassi della riscossione volontaria, recupero stragiudiziale e riscossione coattiva in concessione; noleggio, installazione, assistenza, manutenzione, certificazione e taratura (presso Centro SIT) di dispositivi elettronici per il rilevamento delle violazioni ai limiti massimi di velocità compreso software di gestione e supporto tecnico con personale specializzato.Andrea Passaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.