AGROPOLI POLITICA

AGROPOLI,PRONTA LA LISTA ALFIERI ALLE PROSSIME ELEZIONI IN APPOGGIO AD ADAMO COPPOLA

Franco Alfieri ha capito da tempo le difficoltà in cui si muove Adamo Coppola.Gli ha lasciato in mano una città e in pochi mesi è stato distrutto praticamente il lavoro di 10 anni.L’ex sindaco non lo dice pubblicamente ma lancia un segnale chiaro ed inequivocabile ai consiglieri comunali di maggioranza(alla minoranza ci ha pensato diversamente).La bocciatura di Alfieri ai consiglieri a sostegno di Coppola è evidente.Persi due dei quattro che lo dovevano blindare,Cianciola perchè messo da parte si sono presi solo i suoi voti e la Pizza la quale chiedeva l’assessorato e per vendetta il padre si è collocato in Fratelli d’Italia facendo dimettere la figlia.Le difficoltà in cui naviga Adamo sono evidenti ma è anche lui che si è isolato nel egocentrismo amministrativo annullando di fatto i consiglieri e la giunta.Il sindaco ha bloccato tutto e tutti.

 

Ha fermato tutte le operazioni amministrative di ogni componente della maggioranza e della giunta.Ha avocato tutto a se e non potendo fare tutto(scusateci per la cacofonia) la città di fatto si è fermata,si è bloccata e non va avanti.Forse c’è anche una giustificazione in questo,l’azione della Dia potrebbe aver fatto decidere il sindaco di fermare le attività amministrative e questo sarebbe anche comprensibile ma i consiglieri sostengono che anche prima dell’inchiesta di Montemurro vigeva lo stesso sistema.Quindi non si può individuare  in questo fatto la paralisi amministrativa in cui è affogata la città.Una cosa è certa l’amministrazione è scollegata dalla giunta ma a quanto pare anche la giunta è scollegata da qualcosa,questo qualcosa è il sindaco. Non ci sono collegamenti e non c’è intesa.ma ci sono delle debolezze che minano il fianco del primo cittadino.Il mormorio interno è che il sindaco prenda ordini da Paola Mangone come è noto vicinissima politicamente a Franco Alfieri,francamente però è una cosa che ci sentiamo di escludere.Figuriamoci se Adamo Coppola si fa mettere i piedi in testa da una che è arrivata al municipio fresca fresca grazie all’unione di comuni.Il fatto però che vorrebbero farla diventare funzionario e quindi promuoverla di livello è una chiara indicazione di Franco Alfieri e non di Adamo Coppola.Il sindaco deve rispondere alle logiche di gruppo questo si ma è oltre che legittimo anche giusto.Perciò l’appello ad Alfieri di tenerla alla regione o di spostarla a Capaccio Paestum,figuriamoci se lo fanno.Una cosa è certa Paola Mangone sappia che nel comune di Agropoli non attira simpatie e nemmeno nell’entourage del sindaco vanta amicizie anzi ne sentiamo dire di tutti i colori da persone vicinissime al primo cittadino e se hanno le palle vengano da noi a smentire così pubblichiamo tutto.

 

 

La promozione a Paola Mangone mortificherebbe le tante professionalità che ci sono nel municipio di Agropoli ma se hanno deciso così vadano avanti.Hanno il potere in mano e lo esercitino come credono.Le difficoltà in cui si trova Adamo Coppola non passano inosservate a Franco Alfieri il quale ha politicamente ancora sotto controllo la città e ora deve blindare il suo gruppo politico e il partito democratico.Alfieri non ha paura dell’organizzazione del centrodestra e in questo Cirielli gli sta dando una mano avendo dato il partito di Fratelli d’Italia( il partito che ha ispirato la chiusura dell’ospedale non dimenticatelo mai)in mano a Pizza inviso al centrodestra per i noti trascorsi e amico di La Porta sul cui asse dovrebbe nascere una coalizione che spaccherebbe il centrodestra e lo renderebbe poco incisivo rispetto alla posizione di alternativa alle sinistre guidate da Coppola e Alfieri.Non aiuta nemmeno la confusione nella Lega.Il provinciale commissariando Basile l’anno scorso(i motivi ancora non si sanno) ha di fatto messo confusione e senza una guida pratica quello sgangherato gregge di capre che si aggira intorno al partito lo rende innocuo e privo di una proposta seria.In questo contesto Alfieri non teme nessuno ma mette in guardia un po tutti nelle sinistre e non a caso sta organizzando la lista Alfieri per sostenere Adamo Coppola.Un salvagente per l’attuale sindaco bloccato praticamente intorno al nulla con la città ferma al palo e il comune trasformato in un comitato festa per far sostenere gli amici di Paola Mangone e gli amichetti del sindaco basta sapere quando hanno pagato l’attrazione di Capodanno e quante persone ci “mangiano” intorno.Siamo noi che viviamo un’altra realtà o la città oggi offre questo? Perchè tutto sembra inverosimile e siamo noi che vediamo cose non vere.Il dubbio ci assale.Il sindaco Adamo Coppola prepari le querele come ha detto di voler fare.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio blogger, youtuber, social media manager attivo per stampa televisiva, carta stampata, siti web, opinionista televisivo, presentatore, conduttore.