AGROPOLI

AGROPOLI,PRONTA LA RIQUALIFICAZIONE PER LA STAZIONE FERROVIARIA

STAZIONE AGROPOLIAGROPOLI. E’ stato approvato dalla giunta municipale, il progetto preliminare per la riqualificazione dell’area della stazione ferroviaria di Agropoli. Prevede la costruzione di tre ampie aree parcheggio, un sottopasso e uno svincolo ex novo sulla variante alla Statale 18 con uscita dedicata. Il progetto, frutto di un accordo tra il omune e Rfi, è stato curato dall’ingegnere Antonio Positano. Il gruppo Ferrovie dello Stato ha autorizzato, nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale a realizzare dei parcheggi a servizio dello scalo ferroviario. Un’area di sosta sorgerà tra via Frank Zappa e il marciapiede della stazione. Altre aree di sosta sono previste invece su via Selvi: saranno a servizio dello scalo ferroviario ma potranno naturalmente essere utilizzate anche da altri utenti, accrescendo la disponibilità di posti auto nella zona, prossima al lungomare San Marco.«La stazione di Agropoli rappresenta, per il territorio, il principale scalo ferroviario, sia per il flusso turistico che raggiunge la costa del Cilento sia per i tantissimi pendolari del comprensorio – afferma il sindaco Franco Alfieri – Purtroppo, una delle carenze che da sempre contraddistingue lo scalo è la mancanza di parcheggi con relativi disagi per i viaggiatori». Da tempo pendolari e non sono costretti a cercare posti auto, prima di prendere il treno, lungo le strade vicine alla stazione, compromettendo spesso anche la circolazione stradale. Per questo il Comune, a caccia di una soluzione, ha predisposto un progetto per tre parcheggi. Con l’ autorizzazione da parte di Ferrovie sarà possibile proseguire l’iter progettuale e accelerare i tempi per l’avvio dei lavori. Il programma integrato di interventi produrrà un sostanziale cambiamento nella viabilità anche con la realizzazione del sottopasso che avrà svincoli su via Togliatti e via San Marco. «Un’operazione importante e poco dispendiosa, quella del nuovo svincolo – sostiene Alfieri – perché non ci sarà bisogno di adeguare la sede stradale, aggiungendosi alle uscite di Agropoli sud e nord».Andrea Passaro