AGROPOLI

AGROPOLI,SPIAGGIA DEL LUNGOMARE ANCHE PER GLI ALBERGHI

 AGROPOLI SPIAGGIA LUNGOMAREAGROPOLI. «Ogni albergo cittadino avrà la possibilità di avere una porzione di spiaggia a servizio dei propri clienti». Ad affermarlo è il sindaco di Agropoli, Franco Alfieri, il quale ha preannunciato che «in occasione della prossima estate, i titolari di alberghi, anche delocalizzati rispetto agli arenili cittadini, avranno a disposizione una parte di spiaggia del Lungomare S. Marco. Gli spazi – conclude Alfieri – appositamente predisposti dall’ufficio tecnico comunale, saranno gestiti dall’Associazione albergatori agropolesi. Naturalmente sarà lasciata una parte di spiaggia alla libera fruibilità, pari al 30%, così come previsto per legge».Le iniziative sul fronte spiaggia, però, non sono finite. Con una delibera di giunta, è stato infatti stabilito di “rilasciare ai soggetti titolari di concessioni demaniali marittime, che ne facciano richiesta, e fino alla scadenza naturale fissata dalle disposizioni di legge vigente, concessioni suppletive di aree demaniali marittime per finalità turistico-ricreative in ampliamento a quelle già assentite e ubicate in adiacenza alle stesse nonché di quelle già assegnate in ampliamento per le attività balneari ubicate su suolo privato nel limite massimo di 250 metri quadrati ovvero nei limiti delle superfici già concesse negli anni 2012-2013 se superiori a 250 metri quadrati”. Nel provvedimento viene specificato che “sono escluse le istanze di soggetti titolari di concessioni demaniali marittime che versano in condizioni di occupazione illegittima di aree demaniali e/o di morosità”. Il responsabile del Servizio demanio potrà inoltre “rilasciare concessioni e/o autorizzazioni demaniali marittime per lo svolgimento di manifestazioni sportive e attività ludiche qualora si svolgano in periodo di tempo massimo di tre giorni”. Il Comune fornisce poi la possibilità di poter sfruttare l’attività turistica tutto l’anno, non ponendo alcun tipo di veto. Infatti nella delibera si precisa che il Comune potrà “rilasciare, nelle more di approvazione del Piano regionale di utilizzazione delle Aree demaniali marittime, ai soggetti già titolari di concessioni demaniali marittime, la concessione di aree demaniali marittime per finalità turistico-ricreative senza il carattere della temporaneità stagionale”.Andrea Passaro