AGROPOLI

AGROPOLI,STRADE COME GRUVIERA PIOGGIA DI RISARCIMENTI

LAVORI AGROPOLIAGROPOLI. Le strade di Agropoli ridotte a mulattiere. Interessate ormai da mesi da lavori – prima per l’immissione delle tubature del metano, poi della fibra ottica ed ultimamente da scavi da parte dell’Enel – le arterie cittadine sono contrassegnate da buche, talvolta veri e propri crateri, che oltre ad essere pericolosi per la pubblica incolumità, rendono i percorsi cittadini davvero impraticabili. Da tempo il comune ha programmato dei lavori nelle strade maggiormente compromesse per 500mila euro ma gli stessi non possono essere avviati in quanto la ditta che opera per conto dell’Enel ha necessità di praticare nuovi scavi. Nel contempo la situazione di grave precarietà delle strade comporta notevoli costi per le casse dell’Ente per le continue richieste di risarcimenti provenienti da cittadini. Tra le ultime richieste figurano: B.F. che ha citato il Comune sostenendo di aver subito danni fisici a seguito del sinistro verificatosi il 18 settembre 2014, a causa del marciapiede dissestato mentre percorreva Pio X di Agropoli; C.G. ha citato il Comune perché sostiene di aver subito danni al motoveicolo a seguito del sinistro verificatosi il 28 luglio 2014, a causa della presenza di grosse quantità di acqua sul manto stradale mentre percorreva Via Madonna del Carmine; L. A. chiede il risarcimento per i danni fisici a seguito del sinistro verificatosi il 17 settembre 2015, a causa del marciapiede dissestato in Via Taverne.Andrea Passaro

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.