AGROPOLI

AGROPOLI,STRISCE BLU SUL LUNGOMARE BOTTA E RISPOSTA TRA ABATE E IL SINDACO

AGROPOLI. Polemiche per l’aumento delle strisce blu sul lungomare San Marco di Agropoli. Ad innescarla è il consigliere di minoranza Agostino Abate che afferma: «Se c’ è un buco nel bilancio per coprire le spese della programmazione degli eventi estivi e per la pulizia degli arenili basta colorare di blu anche le strisce bianche che prima delimitavano i parcheggi liberi ed il gioco è fatto». Poi si provvede anche «ad istituire un’unica fascia tariffaria per l’intero territorio e ad uniformare tariffa ed orario di vigenza per l’intero anno dalle ore 8 alle 24, (fino alle ore 2 dal 1 giugno-30 settembre)».
«Per fare tale operazione – secondo Abate – è bastata una delibera di giunta comunale, seguita poi da un’altra delibera che varia il bilancio dichiarando motivi di urgenza e poi il consiglio comunale che ratifica il tutto. Ma visto che 100mila euro per gli eventi estivi e per la pulizia degli arenili sono tanti è stato fatto certificare dal direttore dell’Agropoli Cilento Servizi una maggiore entrata di bilancio pari a tale importo». «Gli eventi estivi – replica il sindaco Adamo Coppola – così come la pulizia degli arenili sono servizi essenziali per una città turistica, e vengono pagati anche con l’incasso dei parcheggi». Tiene a precisare che «abbiamo posto in atto una delibera di due anni fa, che prevedeva già allora tutte strisce blu sul lungomare, con agevolazioni per residenti e strutture turistiche». Per quanto concerne l’aumento di tariffa invece «si tratta di un costo basso e notevolmente inferiore a quello praticato nelle altre località cilentane». Andrea Passaro

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.