AGROPOLI

AGROPOLI,TENTATA TRUFFA TELEMATICA AI DANNI DI UNA NOTA STRUTTURA ALBERGHIERA

TRUFFACyber crimes. E’ accaduto ad Agropoli, quando il gestore di una nota struttura alberghiera di Agropoli al momento di ricomprare il dominio, da qualche giorno, scaduto su un server commerciale, relativo al sito internet della sua attività, si è reso conto che questo era stato acquistato all’estero, in Ucraina. E non solo, che la pagina web era stata totalmente acquisita, per ora da ignoti, con le stesse foto delle camere di pernottamento della struttura e i relativi indirizzi e recapiti telefonici di Agropoli. Chiaramente, un tentativo di truffa ai danni della struttura agropolese e del consumatore medio, dal momento che accedendo al sito (gestito non più dal titolare dell’attività cui il sito si riferisce) la prenotazione del soggiorno e i relativi dati e costi sarebbero confluiti nel data base e in conti correnti di gestori truffaldini. Prontamente, il titolare della struttura alberghiera cilentana si è rivolto al proprio legale – l’Avv. Benedetta Sirignano – affinchè il tentativo di truffa venisse neutraulizzato attraverso una denuncia alla competente Polizia Postale per oscurare il sito e per evitare i possibili danni ingenti dovuti alle prenotazioni fittizie, anche in prossimità delle feste pasquali. “I reati informatici, o computer crimes, possono essere definiti come il risvolto negativo dello sviluppo tecnologico dell’informatica”, commenta l’Avv. Benedetta Sirignano, “non escludo, che nel caso di specie possa essersi verificato un caso di sniffing, ossia di intercettazione dei pacchetti di dati trasferiti dal pc al server cui ci si collega”. Dell’indagine se ne occuperanno gli organi inquirenti, con l’augurio che possano essere individuati i responsabili.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.