AGROPOLI POLITICA

AGROPOLI,UDITE UDITE SI E’ SVEGLIATO IL CONSIGLIERE DI OPPOSIZIONE AGOSTINO ABATE

Pensavamo che Nino Abate non ci fosse più al comune e invece ha battuto un colpo.Si è accorto che vi sono disagi per gli studenti e i pendolari  e ha scritto una nota: ” Le pensiline  mancano ovunque e, quelle poche che sono rimaste sul territorio comunale, sono inadeguate e precarie. Per il pendolare occasionale il disagio è ancora maggiore, in quanto è costretto a chiedere informazioni agli altri utenti perché non riuscirà mai a capire in quale zona di Agropoli deve fermarsi ed attendere l’attivo del bus, e quando lo stesso passerà per quella zonaLe cose non vanno meglio alla stazione bus dove non si trova un ufficio informazione per gli utenti – polemizza il consigliere di minoranza – e nemmeno un servizio di biglietteria. Come non soffermarsi sulle manovre azzardate che gli autisti degli autobus sono costretti ad effettuare per uscire dallo stallo. Infatti, gli autobus escono dalla stazione a marcia indietro non potendo effettuare manovre all’interno per mancanza di spazi necessari, e per la consequenziale inidoneità della segnaletica dei percorsi obbligati. Eppure la stazione bus detiene spazi sufficienti per organizzare meglio la circolazione interna, gli ingressi e le uscite. Inoltre, è dotata delle minime attrezzature necessarie per essere considerata una vera stazione bus. Una simile situazione non garantisce la necessaria sicurezza all’interno della stazione.Si tratta di inadeguatezze che vadano segnalate perché nella città di Agropoli è arrivato il momento di mettere a sistema l’intero ciclo dello spostamento attraverso l’utilizzo dei bus sul territorio. Non è possibile assistere a queste gravi dimenticanze politiche e, contestualmente, leggere di Piani triennali delle opere pubbliche per decine di milioni di euro. Una città vive ogni giorno e non aspetta le comodità della politica, che vuole pensare alla grande ma poi finisce per trascurare la quotidianità e con essa i servizi essenziali del cittadino”.Al di la del merito dell’argomento dobbiamo prendere atto che Agostino Abate c’è ancora e che qualche volta qualche cosa la dice e con una città che sta andando allo sfascio ci sembra comunque ancora molto poco”.

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/