AGROPOLI

ALBANELLA,PANE INTEGRALE CON FECI LA DISAVVENTURA DI UNA DONNA

PANEALBANELLA. Pane di semola di grano duro con crusca: è questa la scritta sull’etichetta. Peccato che tra gli ingredienti elencati, farina, sale, lievito naturale ed acqua abbiano dimenticato di aggiungere escrementi di topo. È questa infatti la brutta avventura per una casalinga 35enne che, nel tagliare il pane a fette, si è resa conto della presenza degli escrementi. Non è difficile immagine lo stupore della donna e, soprattutto, il disgusto e la preoccupazione considerato che un pezzo di quel pane era stato poco prima consumato da suo figlio, di appena un anno, e dalla stessa casalinga.«Solo quando ho tagliato più di una fetta di pane, e dopo che sia io che mio figlio ne abbiamo consumato un po’, mi sono resa conto della presenza di corpuscoli neri – racconta la donna – sembravano semi ma, effettuato un controllo più accurato, mi sono resa conto che erano escrementi di topo finiti nell’impasto del pane».È ipotizzabile che gli escrementi si trovassero all’interno della farina utilizzata per la realizzazione del pane casareccio con crusca. E chi l’ha utilizzata non si sia accorto – sebbene in verità sia difficile visto il quantitativo cospicuo di escrementi in un solo filone di pane – delle feci.«Il dubbio che ora mi assale è se l’aver mangiato questo pane – conclude la donna – sebbene non in qualità elevata, possa creare a me e a mio figlio qualche danno». La donna ha contattato il proprio medico di fiducia per essere rassicurata. Il pane è stato acquistato nella giornata di lunedì in un negozio della zona e, sicuramente, non è l’unico filone con cacche di topi. C’è da chiedersi come si fa a non notare gli escrementi visibili nella farina bianca. Si è trattato di una casualità?Comunque sia questa vicenda dimostra che nel laboratorio dove avviene la lavorazione del pane ed altri prodotti affini c’è qualche problema igienico-sanitario. Locali che vanno controllati per accertarne la regolarità e se sono rispettate tutte le normative.Questo è solo l’ultimo caso di violazione alle norme igienico sanitarie presso un panificio.Angela Sabetta

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.