alfieri
AGROPOLI EDITORIALE POLITICA

ALFIERI UNA GRANDE BANDIERA, NON TRADISCE E SVENTOLA CON FIEREZZA di Sergio Vessicchio

Nell’epoca in cui le bandiere non ci sono più,non sventolano e non vengono issate sui pennoni Franco Alfieri rappresenta l’ultimo baluardo.Un uomo profondamente legato al territorio,forte come non mai,capace e autorevole.La sua leadership si è costruita nel corso di 35 anni di presenza negli enti pubblici senza fallire un  colpo.Sindaco giovanissimo,consigliere provinciale giovane e assessore provinciale giovane e capace.Ha posto l’asta e poi c’è salito con orgoglio e fatica e ora è una bandiera che sventola dal Cilento,dal Vallo di Diano ma soprattutto dalla provincia di Salerno.Alfieri rappresenta l’orgoglio.E’ nel Pd come era nell’Udc ma soprattutto nella Democrazia Cristiana sua piattaforma politica mai tradita.La sua candidatura alla camera dei deputati se l’è sudata,ci ha lavorato,ha costruito.La via crucis l’ha fatta tutta stazione per stazione con rinunce,calunnie  e offese ma anche con la consapevolezza di essere nel giusto. Quanto ha dovuto subire per lo scippo dell’ospedale,questo lo rattrista ma lo anima,lo sprona,,lo motiva.Quella di Alfieri è una pasqua ma non di resurrezione perchè mai è morto è una pasqua di valore,di sostanza,di crescita.Il Pd nel candidarlo ha mostrato di non recepire quelle invettive callunniose che Alfieri non merita e ha dato dimostrazione che poi la crescita esponenziale di Alfieri e stata guardata con interesse dai vertici del partito.Alfieri si muove accompagnato dal sentimento di legame che ha con il suo territorio.Sarà un onorevole ma tutti lo chiameranno Franco come quando era sindaco tutti lo chiamavano per nome e,ironia della sorte,ora lo chiamano il sindaco con tutto il rispetto per Adamo Coppola perchè sarà sempre il sindaco per tutti quanti.10 anni alla guida di una città difficile e contorta come Agropoli non si dimenticano e sono stati la piattaforma per il decollo di Alfieri chiamato al capezzale del partito nel momento più difficile della gestione Renzi avviato dalla sconfitta al referendum durante il quale la battuta di De Luca sulle fritture di pesce ha in maniera subdola,menzognera e cattiva etichettato l’operato di Alfieri.De Luca ha fatto una battuta la bassezza dell’opinione pubblica italiana l’ha trasformata in un attività mai svolta e il Fatto Quotidiano giornale terroristico e anti italiano diretto da un diffamatore di professione come Travaglio ha costruito il resto.Ma Alfieri è più forte di tutto ciò,le bandiere non conoscono sconfitta e mortificazione,sventolano,sono fierezza e portatrici di valori.Altro che fritture Alfieri si è contraddistinto per capacità,gestione,crescita,sviluppo.E’ una bandiera che non sventola solo il PD,la sventola il territorio,il Cilento,la provincia di Salerno,domani la sventola il parlamento italiano perchè un uomo come Alfieri probabilmente non si troverà più sui banchi della camera dove tra grillini,soubrette,terroristi,gentaglia di tutti i generi,trovare una persona seria,costruttiva,capace,degna,onesta come Franco Alfieri sarà molto difficile.Alfieri è un mosca bianca,pregiata,un lusso per la politica,un onore per la società civile italiana.Questa candidatura l’ha sosterranno anche chi non vota il Pd perchè Alfieri ha dimostrato di essere di tutti non solo del PD.Alfieri è un orgoglio per il partito di Renzi,è una risorsa per la politica,è un occasione per il territorio.Queste sono le bandiere e sventolano soavi con il vento che le accarezza e la pioggia che le sfiorano.Alfieri è una bandiera,non tradisce,sventola e si arricchisce di consensi e applausi come quello di Sabrina Capozzolo che non finiremo mai di ringraziare per la sua qualità intellettuale mostrata nei 5 anni di permanenza nel parlamento.Solo i cretini non leggono la sua attività come di crescita per il Paese,le sue chirurgiche operazioni politiche e il suo impegno.Sabrina,o meglio l’onorevole Capozzolo,è una grande risorsa ed è oggi una forza importante anche per Alfieri che ha costruito una squadra nella quale l’onorevole Capozzolo è una fuoriclasse per stile,impegno,perbenismo e serietà capace di portare in alto il nome di Agropoli nel parlamento italiano.Alfieri ha dato anima e corpo ad un territorio martoriato,oggi di presenta al parlamento italiano per arricchire il suo bagaglio politico e per rappresentare Agropoli,il Cilento e il Vallo di Diano dove si fanno le leggi e dove si costruisce il futuro.Lo fa grazie a 35 anni di impegno locale,provinciale e regionale.Ora diventa un politico nazionale,la sua aspirazione da ragazzo,diventando una bandiera che orgogliosamente sventola sui pennoni più alti.Vai Alfieri il parlamento ha bisogno di te.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.